Home Sport 6° Autoslalom Altofonte – Rebuttone, Ingardia vince e convince

6° Autoslalom Altofonte – Rebuttone, Ingardia vince e convince


Mirko Valenti

6° autoslalom Altofonte - Rebuttone: il pilota della Trapani Corse Girolamo Ingardia conquista anche questa gara.

Nessuna sorpresa al traguardo del autoslalom Altofonte – Rebuttone, il pilota della Trapani Corse Girolamo Ingardia conquista anche questa gara a bordo della sua ritrovata Formula Suzuki confermando il suo dominio nel campionato siciliano.

Tutti i vincitori 

A completare il podio troviamo Salvatore Arresta, su Gloria B5 Evo e Salvatore Catanzaro, su Gloria B5 Suzuki.
Lungo i 3,8 km di circuito sulla strada provinciale 5, che collega Altofonte a Piana degli Albanesi, sono stati 85 i piloti che si sono affrontati tra i birilli nelle varie categorie.

Tutti i vincitori di Classe:
Enrico Valenti (A1400)
Antonio Pellitteri (A1600)
Maurizio Giordano (A2000)
Giuseppe Lo Bue (N1150)
Lorenzo Sampino (N1400)
Antonio Mario Marino (N1600)
Mario Radici (N2000)
Giorgio Pizzo (P1)
Antonio Luca Russo (BC700/2)
Giuseppe Noto (BC700/5)
Giuseppe Monastra (E11400)
Salvatore Sinagra (E11600)
Francesco Renda (E1MOTO)
Calogero Bellavia (RS1.6)
Salvatore Castro (RS2.0)
Marco Maiorana (RS1.15)
Massimo Santannera (RSTB1.6)
Salvatore Gentile (E2SC1000)
Nicolò Incammisa (E2SC1600)
Filippo Cerniglia (E2SH1150)
Girolamo Ingardia (E2SS1000)
Andrea Lo Corte (S1)
Andrea Lo Nigro (S3)
Salvatore Messina (S4)
Davide Giorgianni (S5)
Fabio Ippolito (RS1.6PLUS)
Lorenzo Bonavires (RS2.0PLUS)

Anche le auto storiche hanno calcato l’asfalto dell‘Altofonte – Rebuttone con la vittoria di Giuseppe Musso su Porsche 911 Rs nel Gruppo HST2.

Presenti anche piloti donne, il miglior tempo è stato di Angelica Giamboi su Fiat X 1/9 seguita da Rossella Pappalardo su Fiat 500 e Caterina Cammarata alla guida di una Citroen Saxo.

Gioia e soddisfazione

Andrea Armanno, segretario della Scuderia Armanno corse, organizzatore dell’evento, è molto soddisfatto della riuscita della gara : “Siamo contentissimi dopo tante settimane di lavoro – dichiara Armanno – C’è tanta fatica che viene ripagata dalle gioie vissute oggi. Siamo felici che tutto sia andato per il meglio, secondo i nostri programmi. Abbiamo mantenuto uno standard di sicurezza alto e questa era la cosa principale, il pubblico poi si è divertito. Non potevamo sperare in migliore epilogo.” E sul futuro dichiara: “Penso che il nostro gruppo lavoro meriterebbe un bel traguardo, quello del tricolore. Rispettiamo, chiaramente, il lavoro di altri organizzatori per le loro manifestazioni, che sicuramente sono di alto livello, ma noi ci crediamo e vogliamo far parte della partita. Noi vogliamo sempre migliorarci. Guardiamo all’anno nuovo con nuove idee da mettere in campo per crescere sempre di più. Ogni anno è un nuovo punto di partenza”.

Foto: Girolamo Ingardia (foto di Manuel Marino)

Potrebbero interessarti