Home Salute e benessere Due bambini positivi al Covid: erano in un centro estivo a Roma

Due bambini positivi al Covid: erano in un centro estivo a Roma


Francesca Catalano

I due fratellini hanno manifestato febbre alta e malessere. All'origine del focolaio ci sarebbe una cena di classe: chiuso un centro estivo per bimbi

Continua l’altalena dei contagi da coronavirus, e si diffonde soprattutto nella Capitale dove si contano nuovi casi legati a un incontro fra famiglie per festeggiare la fine dell’anno scolastico. “Si abbassa l’età dei contagi” sottolinea l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato.

Il centro estivo New Professional Dance e il ristorante Club Le Palme in via Casilina a Roma sono stati chiusi. A far scatenare l’allarme sono stati due minorenni (fratello e sorella di 5 e 14 anni) risultati entrambi positivi al Coronavirus dopo aver preso parte ad una cena scolastica organizzata proprio all’interno del ristorante sopracitato. Secondo quanto filtrato, alla medesima cena avrebbero preso parte circa una trentina di persone ora tutte richiamate, alla luce dei tamponi positivi, per essere sottoposti a verifiche.

LE CONDIZIONI DEI BAMBINI

I due bambini, intanto, versano in buone condizioni di salute: secondo quanto ricostruito, dopo aver manifestato diversi sintomi sospetti, i due fratelli sono stati trasferiti al Bambino Gesù di Roma dove sono successivamente risultati positivi al Coronavirus ma le loro condizioni non sono risultate gravi e sarebbero già stati dimessi.

EVITARE OCCASIONI PERICOLOSE

Le parole dell’assessore alla Sanità Alessio D’Amato sono state piuttosto indicative per quanto riguarda la descrizione della situazione nella giornata di ieri. Ha affermato che sta notando un certo rilassamento nei comportamenti, riguardo alle precauzioni da prendere per il coronavirus. “Tutti i contatti stretti verranno sottoposti ai test – fa sapere l’assessore alla Sanità regionale Alessio D’Amato – l’indagine ha evidenziato che il 26 giugno si è svolta una cena scolastica alla presenza di oltre 30 persone. Saranno ora tutti testati. Avverto un calo di tensione. Bisogna tenere sempre alta la guardia e rispettare le disposizioni sul distanziamento e evitare le occasioni potenzialmente pericolose come feste o assembramenti”.

_________________________________
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Crescono contagi in Libia, paura in Italia: in arrivo a Lampedusa 180 migranti

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY

Potrebbero interessarti