Coronavirus in Sicilia, i dati: oggi 7 guariti e nessuna vittima

La Regione Siciliana, come di consueto, ha comunicato il quadro riepilogativo dell'Isola in merito all'emergenza sanitaria da Coronavirus.

La Regione siciliana, come ogni giorno, ha comunicato all’Unità di crisi nazionale il quadro riepilogativo della situazione dell’Isola di oggi, giovedì 21 maggio, aggiornato alle ore 15, in merito all’emergenza Coronavirus.

Intanto continuano ad essere contenuti i dati del contagio di coronavirus. I guariti aumentano di giorno in giorno, i ricoveri diminuiscono, ma si registrano 6 nuovi casi di positività. Nessun nuovo decesso oggi.

I CONTAGI

Questo il quadro riepilogativo della situazione dell’Isola: su 3.775 tamponi effettuati, 6 di questi risultano attualmente positivi al Coronavirus. Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 127.348. Di questi sono risultati positivi 3.417 (+6 rispetto a ieri). Attualmente risultano contagiate 1.522 persone, 1 persone in meno rispetto a ieri. Inoltre ci sono 11 ricoveri in meno, per un totale di 118 pazienti, di cui 11 in terapia intensiva, più 0 rispetto a ieri. Mentre 1.404, più 10, sono in isolamento domiciliare. I guariti sono arrivati a quota 1.627, più 7, mentre non si registra nessun decesso oggi, per un totale di 268.

I DATI PER PROVINCIA

Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Catania resta sempre al comando delle province siciliane più colpite da Coronavirus con ben 627 persone positive. Al secondo posto Palermo con 365 e al terzo Messina con 291. Di seguito Enna con 67; Caltanissetta 51; Agrigento 43; Siracusa 33; Ragusa 29 e Trapani 16.

Il prossimo aggiornamento avverrà domani. Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana.
Si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dal Ministero della Salute per contenere la diffusione del Coronavirus.

CORRUZIONE NELLA SANITA'

In seguito a un’inchiesta svolta dalla Guardia di Finanza di Palermo, è stato arrestato  con l’accusa di corruzione Antonino Candela, coordinatore per l’emergenza coronavirus in Sicilia, per cui sono stati disposti gli arresti domiciliari. Nell’inchiesta sono coinvolte in tutto 12 persone, accusate a vario titolo di corruzione per atto contrario ai doveri di ufficio, induzione indebita, istigazione alla corruzione, rivelazione di segreto di ufficio e turbata libertà degli incanti.

___________________________________________________________________________________________________

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Corruzione nella sanità: anche Antonino Candela ai domiciliari

Operazione Sorella Sanità, Razza: «C'è un tema morale»

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY