Emergenza Coronavirus in Sicilia, i dati: 8 nuovi casi

La Regione Siciliana, come di consueto, ha comunicato il quadro riepilogativo dell'Isola in merito all'emergenza sanitaria da Coronavirus.

La Regione siciliana, come ogni giorno, ha comunicato all’Unità di crisi nazionale il quadro riepilogativo della situazione dell’Isola di oggi, martedì 19 maggio, aggiornato alle ore 15, in merito all’emergenza Coronavirus.

Intanto continuano ad essere contenuti i dati del contagio nonostante la Sicilia sia, ormai, nella fase di valutazione della prima parte di riapertura. I guariti aumentano di giorno in giorno, i ricoveri diminuiscono, ma si registrano 8 nuovi casi di positività.

I CONTAGI

Questo il quadro riepilogativo della situazione dell’Isola: su 3.181 tamponi effettuati, 8 di questi risultano attualmente positivi al Coronavirus. Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 122.040. Di questi sono risultati positivi 3.403 (+8 rispetto a ieri). Attualmente risultano contagiate 1.524 persone, 15 persone in meno rispetto a ieri. Inoltre ci sono 13 ricoveri in meno, per un totale di 137 pazienti, di cui 12 in terapia intensiva, meno 1 rispetto a ieri. Mentre 1.387, meno 2, sono in isolamento domiciliare. I guariti sono arrivati a quota 1.611, più 22, mentre si registra un solo decesso oggi, per un totale di 268.

I DATI PER PROVINCIA

Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Catania resta sempre al comando delle province siciliane più colpite da Coronavirus con ben 629 persone positive. Al secondo posto Palermo con 361 e al terzo Messina con 294. Di seguito Enna con 67; Caltanissetta 50; Agrigento 44; Siracusa 32; Ragusa 30 e Trapani 17.

Il prossimo aggiornamento avverrà domani. Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana.
Si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dal Ministero della Salute per contenere la diffusione del Coronavirus.

TORNA LA MOVIDA ALLA VUCCIRIA

Sono gli assembramenti spontanei nei luoghi della movida il nuovo fronte di polemica in materia di emergenza covid19. Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, non ha gradito il "liberi tutti" di stanotte nelle strade della movida notturna. Stamani il primo cittadino ha fatto un giro al Cassaro per ringraziare negozianti e cittadini per gli sforzi fatti in questi mesi, ma in un video girato alla stampa ha usato termini duri per chi viola le regole dettate dal Governo Nazionale e dalla Regione.

ASSEMBRAMENTI A PALERMO, LE PAROLE DI MUSUMECI

Anche il governatore siciliano, ha commentato le immagini della movida alla Vucciria di Palermo: «Da cittadino - continua - sono fortemente preoccupato. Non vorrei assolutamente farlo, ma se queste scene si dovessero ripetere, nelle prossime giornate sarò costretto, d’intesa con il comitato tecnico-scientifico, ad adottare una serie di provvedimenti».

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY