In Sicilia proroga concessioni demaniali al 2033 e stagione balneare dal 6 giugno

L’assessore regionale al Territorio e ambiente, Toto Cordaro, ha firmato oggi il decreto attuativo della legge 24/2019.

La Regione ha prorogato fino al 2033 le concessioni demaniali. Lo ha reso noto l'assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, Toto Cordaro, che ha firmato il decreto attuativo che, come previsto dalla legge regionale 24/2019, prevede l'estensione in Sicilia delle concessioni demaniali fino al 31 dicembre 2033. Il provvedimento è frutto di un confronto proficuo con tutte le associazioni di categoria, sentita la IV Commissione parlamentare presieduta dall'onorevole Giusi Savarino.

PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE

I punti salienti sono, spiega la Regione: l'immediata estensione al 2033; la presentazione delle istanze (1 giugno- 31 agosto 2020) attraverso portale informatico dedicato, che consentirà, per la prima volta, l'avvio delle procedure di concessione del demanio marittimo in via digitale.

CORDARO: «LA STAGIONE BALNEARE RIPARTIRA' DAL 6 GIUGNO

«Anche in questo campo, dunque - sottolinea l'assessore Cordaro - con il governo Musumeci trasparenza, semplificazione rispetto dei tempo delle procedure amministrative. Nel corso della stessa riunione si è stabilito che dal 22 maggio potranno essere avviate le attività di bar e ristorazione all'interno degli stabilimenti balneari previa circolare del presidente della Regione».

«E' stato infine deciso che, - continua Cordaro - fermo restando il nulla osta dell'assessorato alla Sanità, che prevede il previo esame positivo delle acque di balneazione, la stagione balneare in Sicilia aprirà i battenti sabato 6 giugno».

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY