Home Palermo, sigilli alla palestra Virgin: l’accusa è abuso edilizio

Palermo, sigilli alla palestra Virgin: l’accusa è abuso edilizio


Floriano Franzetti

Una lunga indagine della Polizia Municipale ha permesso di scoprire  una non conformità tra i progetti presentati e i lavori realizzati

La Polizia municipale di Palermo ha  messo sotto sequestro la palestra Virgin  di via Gioacchino Ventura a Palermo. Il provvedimento disposto dal gip Fabio Pilato nasce da un esposto in cui si evidenziano presunti abusi edilizi per la non conformità tra i progetti presentati e i lavori realizzati, i quali metterebbero a rischio la staticità dell’edificio e l’incolumità del pubblico, non avendo rispettato le norme antisismiche.

Inoltre, emerge dalla lunga indagine della Polizia Municipale che  durante i lavori di ristrutturazione sia stata aumentata la superficie dell’edificio senza i permessi necessari, permettendo così alla proprietà di non pagare gli oneri per l’urbanizzazione, evadendo una somma pari a sessanta mila ero.  

La Virgin in poco tempo dalla sua apertura  era diventata leader nel settore del wellness cittadino, con una struttura all’avanguardia che vantava una piscina, la sauna e una palestra.