Home Cronaca Addio all’ingegnere Toluian, leader nella vendita dei tappeti in Sicilia

Addio all’ingegnere Toluian, leader nella vendita dei tappeti in Sicilia


Redazione

L'imprenditore iraniano era ricoverato all'ospedale Civico di Palermo dal 12 febbraio scorso

tappeti toluian

Negli ultimi anni aveva progressivamente abbandonato l’attività imprenditoriale concentrandosi sulla catalogazione delle ingenti collezioni d’arte di famiglia, ma per decenni è stato punto di riferimento in Sicilia per chi voleva completare il proprio arredo con un tappeto persiano originale e di ottima fattura. Si tratta dell’imprenditore iraniano Husmand Toluian, che si è spento nella tarda serata di ieri all’ospedale Civico di Palermo.

Giunto a Palermo dall’Iran negli anni ’60, l’ingegnere edile aveva pian piano costruito un impero, aprendo la Toluian Tappeti Persiani, con punti vendita nelle province siciliane, ma anche nel resto d’Italia e all’estero. Solo in Sicilia la ditta aveva sedi a Palermo, Catania, Enna, Marsala, Messina, Ragusa, Siracusa e Trapani.

L’ingegnere iraniano, però, non era solo un importatore di tappeti. Nella sua lunga carriera di imprenditore, infatti, è stato attivo anche nelle costruzioni e nel settore immobiliare.

ATTIVITA’ DIPLOMATICHE E RICONOSCIMENTI

Sua, inoltre, la tessera n.1 dei monarchici iraniani residenti all’estero. Negli anni ’70 fu rappresentante ufficiale dell’IRAN per il Commercio in Italia, ricevendo numerosi riconoscimenti tra i quali anche la medaglia al valor civile da parte dello Shah Reza Palavì. Nello stesso periodo, con la collaborazione della moglie Maria Margherita, medico amante della letteratura e della mistica iraniana e con il patrocinio dell’Ambasciata Iraniana, fondò il Centro Culturale Italo-Iraniano.

Husmand Toluian
Husmand Toluian

A metà degli anni ‘70 acquisì la “PARS”, storica azienda di Milano di proprietà dei conti Formenton-Mondadori, attiva oltre che nel campo dei tappeti, anche in quello dei quadri e mobili antichi di grande pregio. Poco dopo nacque la “Toluian Arte”.

A metà degli anni ’90, l’ingegner Toluian estese le proprie attività anche al campo dei media. Dopo essersi interessato ai libri d’arte, alla grafica d’autore e all’arte moderna l’imprenditore abbracciò l’arte contemporanea che lo portò a fondare la “Toluian Art Gallery”. La galleria fu sede di mostre ed esposizioni permanenti di dipinti di famosi pittori contemporanei. Un vero e proprio cenacolo, con incontri con artisti viventi, e loro rappresentanti, e titolari degli archivi e delle fondazioni.

Nel 2017 Husmand Toluian fu vittima di una violenta rapina. Alcuni malviventi si calarono con una corda nel suo terrazzo, sorprendendolo nel cuore della notte. Dopo averlo picchiato e legato ad una sedia, gli portarono via due quadri dal valore di un milione di euro, duemila euro in contanti e alcuni oggetti d’oro. A soccorrerlo fu il figlio che porta il suo stesso nome.

Husmand Toluian, ricoverato dal 12 Febbraio all’ospedale Civico di Palermo, è morto nella tarda serata di ieri.

Potrebbero interessarti