Home Cronaca di Palermo Palermo, al via l’abbattimento di 5 alberi per i lavori in viale Francia

Palermo, al via l’abbattimento di 5 alberi per i lavori in viale Francia



L'intervento sarà necessario per la realizzazione del passante ferroviario

Dopo il blocco forzato causato dall’emergenza Coronavirus, si rimettono in azione gli operai impegnati nei cantieri di Palermo. Prevista dunque la ripresa anche per i lavori di completamento del passante ferroviario in viale Francia, dove sarà necessario abbattere cinque alberi.

PRONTI INTERVENTI DI COMPENSAZIONE

Il verde pubblico all’interno di città sempre più caotiche e grigie ci permette di colorare di natura le strade che ogni giorno percorriamo. Per questo l’abbattimento di cinque alberi in viale Francia è tutt’altro che una buona notizia. Tuttavia, con lo scopo di compensare la perdita degli arbusti, verranno piantate 265 tra essenze di basso e ad alto fusto, di melograno, oleandro, mirto, lentisco, ginestra e lagostroemia. Il tutto sarà accompagnato dall’installazione di un apposito sistema di irrigazione. L’area sarà dotata, inoltre, di illuminazione pubblica, di un percoso pedonale parallelo alla via Monti Iblei e di vari elementi di arredo urbano.

Nell’area degli alberi abbattuti invece verrà realizzato un nuovo tratto viario di collegamento di circa 130 metri a due corsie per senso di marcia e due marciapiedi laterali in corrispondenza dell’incrocio tra viale Francia con la via Monti Iblei e l’innesto di piazzale Gaspare Ambrosini.

IL COMMENTO DELL’ASSESSORE MARINO

L’assessore per lo Sviluppo Economico e Vivibilità di Palermo, Sergio Marino, è intervenuto in merito alla vicenda: “L’abbattimento di uno o più alberi – spiega l’assessore – è sempre un fatto triste, ma in alcuni casi è necessario o per motivi di sicurezza o per poter completare importanti lavori pubblici. La nostra politica è quella di chiedere sempre, nel momento in cui autorizziamo gli abbattimenti, che siano realizzati interventi di compensazione quanto più possibile vicino il luogo originario, possibilmente realizzando aree fruibili dai cittadini”.

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

Potrebbero interessarti