Home Catania Live Amat, manifestazione davanti a Palazzo delle Aquile: incontro positivo col Comune

Amat, manifestazione davanti a Palazzo delle Aquile: incontro positivo col Comune


Elian Lo Pipero

Il 24 marzo ci sarà il Consiglio di Amministrazione della partecipata per approvare definitivamente il bilancio

amat

Manifestazione questa mattina davanti la sede del Comune di Palermo dei lavoratori Amat e degli idonei al concorso per autisti indetto nel 2019 dall’azienda palermitana e che sono in attesa di assunzione. In tarda mattinata una delegazione dei sindacati Amat ha incontrato i vertici dell’Amministrazione comunale, il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Mobilità Giusto Catania. Un confronto positivo, terminato dopo poco più di due ore: il Comune ha ribadito la sua autorizzazione ad Amat di iniziare le assunzioni, ma la posizione della partecipata è chiara: senza l’ok nero su bianco della Giunta Comunale del piano di risanamento e l’approvazione del CdA Amat del bilancio (quest’ultimo prevista per il 24 marzo), non si può procedere alle assunzioni.

CONFRONTO COL COMUNE

Alla fine dell’incontro il Comune ha pubblicato un comunicato facendo il punto della situazione con la partecipata. “Incontro tra le delegazioni di Filt Cigl (Franco Mineo); Fit Cisl (Salvatore Girgenti); Uil Trasporti (Franco Frupia); Faisa- CIsal (Fabio Danesvalle); Cobas Trasporti (Carlo Cataldi); Orsa Trasporti (Gioacchino Mazzola) e l’amministrazione comunale rappresentata dal sindaco Leoluca Orlando e dall’assessore alla mobilità Giusto Catania.

Un incontro franco, positivo e collaborativo che ha evidenziato la necessità di garantire un servizio di trasporto pubblico efficiente per la città di Palermo. Tale esigenza, nella situazione attuale, potrà essere garantita esclusivamente dalla conclusione del concorso di selezione per autisti e la relativa assunzione del personale.

L’amministrazione comunale ha ribadito di avere espletato tutte le procedure e di avere autorizzato Amat con le assunzioni, in occasione dell’approvazione del piano del fabbisogno nell’ottobre del 2019. Al netto di qualsiasi considerazione sull’iter della procedura concorsuale la giunta comunale sarà chiamata, nei prossimi giorni, a votare la presa d’atto del piano di risanamento dell’azienda cosi da garantire la continuità aziendale e l’approvazione del bilancio 2020 in occasione dell’assemblea dei soci, che è stata convocata il prossimo 24 marzo”.

SINDACATI AMAT MANTENGONO MOBILITAZIONE

Le organizzazioni sindacali hanno preso atto delle assicurazioni dell’amministrazione comunale e hanno ribadito che manterranno viva la mobilitazione fino alla data dello svolgimento dell’assemblea dei soci. L’impegno a rendere più efficiente il trasporto pubblico è un’esigenza condivisa e per questa ragione si ribadisce la necessità di lavorare insieme, ognuno secondo le proprie prerogative, per accelerare tutte le procedure in corso di definizione”. Un nuovo sit-in è in programma il 23 marzo, alla vigilia del CdA Amat.

POCHI AUTOBUS, DISAGI PER I CITTADINI PALERMITANI

I pochi mezzi in circolazione a Palermo creano parecchi disagi ai cittadini palermitani costretti a lunghe attese alla fermata. Nella giornata di mercoledì i dipendenti dell’azienda del trasporto pubblico hanno appeso alle fermate dei volantini dove chiedevano scusa ai cittadini per le attese “esagerate” dell’autobus. Ad esempio oggi, 16 marzo, circa 175 vetture dovevano essere in circolazione, ma 99 però sono rimaste in deposito.

Siamo vincitori di un concorso e aspettiamo l’assunzione. C’è fiducia dopo l’incontro con il Comune di oggi – dicono gli idonei al concorso per autisti -. Il trasporto pubblico è un problema serio a Palermo; disagi per i palermitani e per i dipendenti che ogni giorno devono fare i conti con la rabbia delle persone; mezzi ci sono, ma sono parcheggiati. La soluzione a tutte queste problematiche è la nostra assunzione”.  

Noi autisti siamo ridotti ai minimi termini come organico – afferma un dipendente Amat -. Escono 90 vetture su una richiesta di oltre 200 autobus. Un concorso è stato espletato con 100 autisti idonei alla guida, ma paradossalmente è tutto fermo. Le attese alle fermate si moltiplicano, non ce la facciamo più a guidare in queste condizioni, usciamo la mattina non sapendo cosa ci potrebbe accadere durante il nostro lavoro sul bus“.

Abbiamo manifestato la nostra volontà di procedere col Piano di Risanamento e Rilancio di Amat, che ci apprestiamo a votare in Giunta comunale – dice Giusto Catania -. Un lavoro lungo e difficile che finalmente giungerà a compimento e che porrà le basi per una nuova stagione dell’azienda.
Per quanto riguarda le nuove assunzioni di autisti e personale tutte le procedure sono state completate dall’amministrazione. La prossima settimana, l’assemblea dei soci sancirà la conclusione di questa procedura“.

CLICCA QUI PER ALTRE NOTIZIE DA CATANIA

VIDEO

Potrebbero interessarti