Senza categoria

Altavilla Milicia , poliziotto condannato a 12 anni per abusi su minori

Ad Altavilla Milicia un poliziotto è stato condannato a 12 anni  di reclusione con l’accusa di abusi su minori, la figlia adottiva di 14 anni  e una ragazza in affido di 12.  A dare un grande contributo a far venire fuori questa vicenda è stata un’insegnante della figlia adottiva dell’uomo, la quale mostrava un atteggiamento di disagio durante le ore di lezione.

«Mi ha raccontato – ha spiegato l’insegnante agli investigatori – che dopo qualche tempo, non so indicare quanto, avrebbe scoperto il padre guardare dei film pornografici e quest’ultimo la invitava a guardarli insieme. Il padre le chiedeva di avere dei rapporti intimi come quelli che si vedevano nel film».

Successivamente alla famiglia dell’uomo venne affidata un’altra ragazza di 12 anni. Tra le due minori è nato subito un bel rapporto  e il poliziotto «approfittando della sua figura di padre affidatario, costringeva entrambe a compiere atti sessuali per soddisfare il suo desiderio, costringendo la prima anche a guardare dei film di natura pornografica».

LA SVOLTA 

Della vicenda è stata informata la madre delle due ragazze, la quale chiese all’uomo di lasciare l’abitazione. La ragazza in affido, nel corso di un interrogatorio ha confessato tutto, dopo che prima aveva negato in difesa delle sue sorelle le quali avevano paura di finire in comunità.

La sera del 14 luglio 2016 la svolta delle indagini: durante un colloquio con il padre, la ragazza in affido è riuscita a registrare le parole dell’uomo. «Tu mi avevi promesso e giurato che non sarebbe mai uscita dalla tua bocca questa cosa… quando si fa un giuramento o una promessa si deve mantenere… ricordalo per la vita… Impara da questa esperienza… devi sempre negare…» diceva il poliziotto alla minore. Una testimonianza importante che ha portato alla convalida dell’arresto dell’uomo, condannato con rito abbreviato a 12 anni di carcere,

Advertising
Advertising