Bonus 200 euro: a chi spetta e il modulo per richiederlo

In quest’ultimo periodo, si parla tanto del Bonus 200 euro stanziato dal Governo per affrontare l’aumento del costo della vita e del caro-bollette. Una vasta platea di italiani, infatti, si è vista già accreditare la somma una tantum, altri sono in attesa di riceverla.

Facciamo chiarezza sulle categorie beneficiarie e sul modulo per richiederlo.

Bonus 200 euro : a chi spetta?

Ad oggi, hanno diritto al pagamento del Bonus di 200 una vasta platea di pensionati e lavoratori il cui reddito non supera i 35 mila euro. Ecco tutte le categorie nel dettaglio:

  • Pensionati
  • Lavoratori autonomi
  • Lavoratori domestici
  • Percettori dell’indennità di disoccupazione Naspi
  • Lavoratori che percepiscono l’indennità di disoccupazione agricola di competenza del 2021
  • Titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa i cui contratti sono attivi alla data di entrata in vigore del dl Aiuti
  • Lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali, dello spettacolo e dello sport
  • Lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti che nel 2021 abbiano svolto la prestazione per almeno 50 giornate percependo un reddito
  • Gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo che nel 2021 abbiano almeno 50 contributi giornalieri versati con un reddito derivante dai suddetti rapporti non superiore a 35mila euro

Bonus 200 euro: come riceverlo?

I beneficiari riceveranno una indennità di 200 euro per una solo volta (misura una tantum).

In base alla categoria di appartenenza, il bonus verrà pagato in modalità diversa:

  • in busta paga dal datore di lavoro nel caso dei lavoratori dipendenti,
  • in automatico direttamente nella pensione Inps, se si tratta di pensionati;
  • previa domanda nel caso dei lavoratori autonomi senza partita IVA, dipendenti stagionali, colf e badanti, lavoratori dello spettacolo, incaricati di vendite a domicilio;
  • in automatico per i percettori di NASPI/ DIS-COLL e DS Agricola e Beneficiari indennità decreti Sostegni e Sostegni bis;
  • mediante integrazione del sussidio per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza.

Bonus 200 euro: SCARICA IL MODULO

Per coloro i quali la somma non venga accreditata in automatico (per i lavoratori dunque) sarà necessario compilare un’autocertificazione o autodichiarazione, in cui si certifica il possesso di determinati requisiti. SCARICA QUI  il fac-simile ufficiale del modulo pubblicato dall’Inps, con il Messaggio n° 2559 del 24 giugno. Quest’ultimo,  dovrà poi esser consegnato al proprio datore di lavoro, il quale verrà poi rimborsato dall’Inps.

Al via al Bonus 200 euro: ecco chi lo riceverà ad agosto ed ottobre

Bonus casalinghe 2022: requisiti e come fare richiesta

 

Advertising
Advertising

Leggi anche

Reddito di cittadinanza, la proposta di Unicoop Sicilia

Formazione professionale in Sicilia, Schifani: “Nuove figure in vista delle sfide del Pnrr”

E-commerce, librerie indipendenti a rischio chiusura