Caro benzina, Musumeci e Falcone incontrano gli autotrasportatori che protestano

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci insieme all’assessore regionale ai Trasporti Marco Falcone ha incontrato, al casello di San Gregorio dell’autostrada Catania-Messina, gli autotrasportatori che, aderendo alla protesta dell’Aias, da due giorni scioperano con un presidio permanente contro il caro carburanti. “Dobbiamo evitare una guerra tra poveri: l’autotrasporto per la merce è l’ultimo anello della filiera” e “il governo Draghi farebbe bene a darsi una morsa”. Dichiara Musumeci.

A Giuseppe Richichi, presidente dell’Aias il governatore ha chiesto “la possibilità di allentare la morsa ai caselli per evitare ulteriori danni e disagi”. Ma, ha osservato Musumeci, “mi dicono che il problema non è più soltanto siciliano, ma nazionale”.
Musumeci ha annunciato di avere “chiesto al ministro dei Trasporti un incontro in tempi assolutamente celeri”.
“Aspettiamo fino a domani. Altrimenti con l’assessore regionale ai Trasporti, Marco Falcone, il presidente dell’Aias, Giuseppe Richichi, e una delegazione di autotrasportatori andremo a Roma e non ci muoveremo fino a quando non saremo ricevuti”.

CONTINUA A LEGGERE

Advertising
Advertising

Leggi anche

Bonus acqua fino a 1000 euro, al via le domande: come fare richiesta e chi può accedervi

Politiche sociali, dalla Regione quasi 8 milioni per disabili gravi senza famiglia

Concorso Polizia di Stato 2023, bando per 2138 allievi agenti: i requisiti