Delitto di Lentini, ergastolo per Antonino Milone: 25 anni al complice Bosco

I giudici della Corte d’assise di Siracusa hanno condannato il 36enne Antonino Milone all’ergastolo per l’omicidio di Sebastiano Greco, 52 anni. Il fatto è avvenuto nell’ottobre del 2020 a Lentini, mentre l’uomo stava entrando in un panificio in via degli Operai. Venticinque anni di reclusione invece per Anthony Bosco, suo complice, seppur inizialmente, anche per lui, il Procuratore abbia chiesto l’ergastolo. Secondo la tesi difensiva di Milone il suo era solo “un avvertimento”.

Tre i colpi di pistola che hanno ucciso Greco. Quest’ultimo, secondo le ricostruzioni, avrebbe avanzato pretese in merito ad un “risarcimento danni”, a causa di un traffico di stupefacenti non andato in porto. La droga sarebbe andata persa, motivo per il quale è nata la contesa tra le parti, sfociata con la morte di Greco. Secondo quanto era emerso dalle indagini, dopo aver fatto fuoco i due, nel tentativo di fuga, avrebbero abbandonato lo scooter con cui si erano spostati, per poi fermare una veicolo. In seguito avrebbero ferito al polpaccio il proprietario dell’auto, reo di non volere concedere loro l’auto, con un colpo di pistola.

Sul posto, al tempo dei fatti, erano intervenute due ambulanze, oltre ad una pattuglia dei carabinieri. Nonostante il trasporto d’urgenza in ospedale, per la vittima  dell’agguato non ci fu nulla da fare. Nell’inferno di sirene che ha avvolto Lentini, quasi in contemporanea si era registrata un’altra sparatoria presso l’ufficio postale della cittadina, in via Conte Alajmo. In questo caso ad essere raggiunti dai proiettili erano stati due giovani, senza tuttavia gravi conseguenze.

Advertising
Advertising

Leggi anche

Uomo trovato morto in Sicilia, la famiglia non crede al suicidio: al vaglio anche un video sul cellulare

Messina Denaro, saltano fuori le immagini della Giulietta: a riprenderla le telecamere del Comune

Le donne di Messina Denaro: bionde, more, imprenditrici e commercianti