Panineria con carenze igieniche sanitarie, attività commerciale abusiva: controlli e sanzioni a Palermo

La Polizia di Stato prosegue senza soluzione di continuità capillari e serrati controlli lungo le strade palermitane che hanno visto quale teatro operativo il quartiere “Albergheria” nell’ambito di servizi straordinari del territorio riconducibili all’operazione denominata Alto Impatto, disposta dal Questore della provincia di Palermo, Dr. Leopoldo Laricchia dal gennaio 2021. Effettuati controlli con sanzioni in piazza Lucrezia Brunaccini e in piazzetta Santi Quaranta Martiri al Casalotto,  nell’ambito di riscontri e verifiche volti al contrasto e alla repressione di sostanza stupefacenti. 

Sono state schierate consistenti aliquote di unità operative garantendo, attraverso ogni articolazione – Commissariato di P.S. Oreto-Stazione – Reparto prevenzione crimineUfficio Prevenzione Generale e Soccorso PubblicoCinofili, personale Asp per i settori di competenza, una significativa presenza sul territorio assicurando una cornice di sicurezza intorno alla zona di interesse.

In particolare, a seguito di accessi ispettivi svolti mercoledì presso due attività commerciali sono state riscontrate gravi violazioni che hanno comportato pesanti sanzioni fino alla sospensione delle attività.

Sottoposta a sequestro amministrativo l’attività di un esercizio di vicinato  ubicato nel centro storico. Il gestore è stato poi sanzionato per un importo pari alla somma complessiva di 3000,00 euro  per la mancanza della Scia comunale e per un importo pari a 3000,00 per la mancanza della Scia sanitaria.

Carenze igieniche in una panineria

Nel corso di un altro controllo, sempre nella stessa zona, personale dell’Asp ha contestato, all’interno di una panineria, il mancato adeguamento alle prescrizioni in materia igienico- sanitarie elevando una sanzione amministrativa pari a 2000,00 euro.

Le volanti del Commissariato di P.S. “Oreto – Stazione”, durante i servizi di controllo del territorio, in piazza Napoleone Colajanni hanno proceduto al sequestro a carico di ignoti di numerosi smartphone,  di alcuni pc portatili, orologi, powerbank e cavetti di vario genere, esposti in vendita nelle bancarelle del mercato dell’usato. Accertamenti sono in corso per stabilirne la provenienza.

Complessivamente mercoledì sono state identificate 77 persone, di cui 29 con precedenti di polizia, controllate 30 vetture, elevate 4 sanzioni al codice della strada e 1 veicolo sottoposto a sequestro amministrativo. 

Advertising
Advertising

Leggi anche

Almaviva, il futuro dei lavoratori è sempre più in bilico: “Per noi nessuna aspettativa”

Battesimi e cresime, l’Arcidiocesi di Palermo cambia: stop a padrini e madrine

Rapina al Ferdico in corso Finocchiaro Aprile, bloccato un uomo