Il Palermo a Potenza reagisce e rimonta: secondo pareggio di fila

Spettacolare 2-2 tra Potenza e Palermo nel match valido per la trentaduesima giornata di Serie C. La squadra di Baldini è riuscita a rimontare il doppio svantaggio subito grazie alle reti di Soleri e Brunori su rigore. Per i padroni di casa a segno Romero e Cuppone.

Per il Palermo questo pareggio da un lato allontana ancora di più il secondo posto, col Catanzaro avanti di due reti contro la Turris e adesso con otto punti di vantaggio; dall’altro invece mantiene vicino il terzo posto: infatti l’Avellino (1-1 in casa col Messina) ha soli tre punti di vantaggio. Rimane l’amaro in bocca per il Potenza che rimane sempre al diciottesimo posto con la zona salvezza distante adesso cinque punti.

PRE PARTITA

Il Potenza di Pasquale Arleo, prima del match di oggi, è reduce da quattro risultati utili consecutivi con la vittoria contro il Picerno. Il Palermo è in serie positiva da tre giornate: i rosanero guidati da Silvio Baldini si sono fermati dopo due vittorie consecutive impattando 1-1 in casa contro la Fidelis Andria. All’andata i rosa si imposero per 2-0 grazie alle reti di Fella e Silipo.

Il Potenza in campo col 4-3-1-2: Greco; Coccia (cap.), Matino,  Cargnelutti, Nigro; Bucolo, Sandri, Guaita; Zenuni; Romero, Cuppone. Nel Palermo di Baldini tutto confermato come anticipato alla vigilia l’undici titolare: Massolo; Doda,  Lancini, Marconi, Giron; De Rose (cap.), Dall’Oglio; Valente, Luperini, Felici; Brunori.

PRIMO TEMPO

Inizia bene il Potenza con un tiro di Romero dopo tre minuti, palla fuori. I rosanero rispondono subito dopo con una bella conclusione dal limite dell’area di Dall’Oglio che trova Greco pronto a respingere in calcio d’angolo. Nel corner seguente, Valente sul secondo palo colpisce la palla impegnando ancora una volta l’estremo difensore potentino. I padroni di casa ci provano su calcio di punizione con Zenuni, palla a lato. Il Palermo pressa e si rende pericoloso con Brunori, ma al 26′ a trovare il vantaggio è il Potenza: Coccia crossa dalla destra, Romero sul primo palo brucia i difensori avversari e batte Massolo per l’1-0. Il Palermo ha una grossa chanche allo scadere del quarantacinquesimo: su azione da angolo, Giron colpisce di testa la traversa, poi su una ribattuta Romero salva miracolosamente sulla linea. Il primo tempo termina con il Potenza avanti.

SECONDO TEMPO

Baldini inizia la ripresa con dei cambi per il suo Palermo: dentro Soleri, Odjer e Buttaro al posto di Felici, Dall’Oglio e Doda.I cambi però non sembrano dare la marcia in più sperata ai rosanero e al 60′ Cuppone con un meraviglioso tiro a giro di destro trova il 2-0. Baldini si gioca il tutto per tutto, entra Floriano e fuori Valente. Il Potenza manda in campo Zampano al posto di Coccia: proprio il neo entrato si divora il tris: lanciato solo davanti la porta, il giocatore potenzino si fa ipnotizzare da Massolo che respinge di piede. Al 79′ il Palermo riapre il match con Soleri che con un diagonale destro batte Greco; gli ospiti ci credono e subito dopo trovano anche il pari con Brunori che però viene annullato dall’arbitro. I rosanero pressano: su uno schema da corner, De Rose tira dal limite dell’area mandando la palla di poco alto Giron infortunato lascia il posto a Crivello mentre nei padroni di casa entra Gigli al posto di Sandri. All’89 arriva il pari: Soleri sulla destra entra in area, viene trattenuto e cade; per l’arbitro non ci sono dubbi, è calcio di rigore: dal dischetto Brunori spiazza Greco per il due pari. L’ultima occasione è per il Potenza che da un’azione di corner su un tiro di Burzio dall’interno dell’area di rigore non trova per poco la rete della vittoria. Non serve a nulla l’ingresso nel finale di Salvemini per Zenuni, tra Potenza e Palermo finisce 2-2.

Leggi anche

Fantacalcio, consigli 26^ giornata: attenzione al turnover nell’Inter, certezze in attacco

Serie A, Bologna-Verona apre la 26ª giornata: ecco il programma completo

Serie B, 26ª giornata: Cremonese-Palermo e Como-Parma incroci pericolosi, il Venezia vola a Pisa