Ponte sullo Stretto, Salvini: “Più mi dicono che non si può fare, più mi danno forza per farlo”

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini torna a ribadire le proprie posizioni sulla questione del Ponte sullo Stretto di Messina. “Più mi dicono che il ponte sullo Stretto non si può fare, più mi danno la voglia e la forza per farlo”, dice in videoconferenza nel webinar dell’Università degli Studi di Messina sul tema.

“Fa piacere sapere che le forze universitarie, sociali e culturali, ci metteranno un loro mattoncino, affinché i lavori partano – ha aggiunto -. Conto di tornare presto a Messina e a Reggio Calabria, però portando progetti, novità, finanziamenti e lavoro, perché i dati dicono che, aldilà delle decine di migliaia di posti di lavoro che questa infrastruttura eccezionale potrà creare, io penso che sarà per l’Italia uno dei maggiori volani di immagine per i prossimi anni“.

“Se facciamo squadra – ha concluso – penso che dopo 54 anni si potrà finalmente posare la prima pietra di un’opera che lascerà traccia nella storia”. 

CONTINUA A LEGGERE

Ponte sullo Stretto, Salvini: incontra Schifani e Occhiuto: “Priorità del governo”

Advertising
Advertising

Leggi anche

Amministrative in Sicilia, si vota in 129 Comuni: ecco quando

Matteo Renzi attacca Scarpinato: «Vergognati, sei qui grazie alla trattativa Stato-mafia»

Caso Cospito, la premier telefona in diretta alla Palombelli: «Il governo non alza i toni»