Real Casina Cinese a Palermo, finanziati il restauro e la riqualificazione

La Real Casina cinese, uno dei complessi monumentali più belli di Palermo

La Real Casina Cinese di Palermo al centro di un importante lavoro di risistemazione dell’edificio e dell’area circostante.
La Regione Siciliana, infatti, ha stanziato due milioni di euro per restituire decoro al complesso monumentale, particolarmente rappresentativo della città.
Le risorse finanzieranno il restauro e la riqualificazione della suggestiva e originale struttura, nota come Palazzina Cinese.
L ‘assessorato regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana ha destinato due finanziamenti da un milione di euro ciascuno ad altrettanti e importanti progetti di restauro e riqualificazione.
A darne notizia è Alberto Samonà, assessore regionale al ramo.

LA REAL CASINA TORNA AL CENTRO DELLA PROPOSTA TURISTICA 

A realizzare la progettazione, condotta con metodi di modellazione BIM (Building Information Modeling), sarà il personale tecnico della Soprintendenza dei Beni Culturali e Ambientali di Palermo, guidata da Selima Giorgia Giuliano.
Si tratta di due interventi particolarmente significativi che restituiscono decoro e prestigio museale a uno dei luoghi-simbolo della città.
Un tesoro ingiustamente tenuto ai margini della proposta turistica e culturale.
La Palazzina cinese e il giardino circostante rappresentano, infatti, un unicum su cui puntare per valorizzare anche l’attiguo Museo etnoantropologico “Giuseppe Pitrè”.
Un luogo ricco di testimonianze e fortemente emblematico dell’identità culturale della Sicilia.

IL RESTAURO 

Dei due progetti finanziati dalla Regione Siciliana, uno riguarda il restauro della Casina Cinese e prevede il recupero delle decorazioni pittoriche dei prospetti.
Anche gli infissi, sia esterni che interni, saranno sistemati.
Alcuni di essi presentano raffinati meccanismi di apertura.

L’antica dimora reale dei Borbone delle Due Sicilie, nota come Palazzina Cinese

Tra le novità più importanti del restauro, anche il recupero della “Sala dei Venti” che attualmente è esclusa dal percorso di visita.
Del progetto fa parte anche il restauro degli apparati decorativi interni, tessili e pittorici, di alcuni elementi di arredo e della cancellata esterna.
Quest’ultima è caratterizzata dalla presenza di numerosi campanelli metallici, ai quali la Real Casina deve la storica denominazione di “Villa delle campanelle“.
Si provvederà inoltre all’eliminazione delle infiltrazioni di acqua meteorica dalle terrazze.

LA RIQUALIFICAZIONE 

Gli interventi riguarderanno anche i Padiglioni dei Cacciatori della Real Casina Cinese.
Il progetto di riqualificazione prevede che siano adibiti a servizi collettivi e di biglietteria.
In programma anche il ripristino del cancello dell’ingresso monumentale, con particolare attenzione alla riqualificazione del viale, all’illuminazione e alla sistemazione dei giardini lungo il percorso.

Advertising
Advertising

Leggi anche

Cultura, la scrittrice Simonetta Agnello presenta il nuovo libro “La Cuntittizza”

Teatro, ripartono i corsi dell’associazione “Le Muse” di Bagheria: come iscriversi

Concorso letterario “Città di Cefalù”, a Katiuska Falbo la direzione artistica