Scuola in presenza: lunedì 100% alunni media, 8 febbraio superiori al 50%

Dall’1 febbraio sarà riattivata la didattica in presenza al 100 per cento anche per gli alunni di seconda e terza media che fino allo scadere della zona rossa hanno operato in Dad. Per la scuola superiore, da lunedì 8 febbraio, saranno ammessi alla didattica in presenza il 50 per cento degli studenti. Lo conferma l’assessore all’Istruzione e alla Formazione professionale della Regione Siciliana, Roberto Lagalla. Ciò dopo l’ordinanza del ministro della Salute che riporta la Sicilia in zona arancione.

drive in studenti fiera

DIFFERIMENTO RITORNO IN CLASSE PER OTTIMIZZARE ORGANIZZAZIONE

“Il differimento di una settimana del ritorno alla didattica in presenza per le superiori trova giustificazione nel principio di cautela adottato dal governo Musumeci. Inoltre, il differimento intende consentire agli istituti scolastici e ai servizi territoriali (inclusa l’applicazione dei Piani provinciali per il rafforzamento dei trasporti) di ottimizzare l’organizzazione. Infine, consente di monitorare ulteriormente, su scala regionale, l’andamento della curva epidemiologica. Ciò a seguito della riammissione in presenza del 100% dell’utenza della scuola primaria e secondaria di primo grado, oltre che della scuola dell’infanzia”.

ADOTTATE AZIONI DI MONITORAGGIO

Contestualmente alla ripresa delle attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado verranno adottate ulteriori e regolari azioni di monitoraggio sanitario all’interno degli istituti scolastici”. C’è l’impegno dell’assessorato alla Salute e di tutto il governo Musumeci – evidenzia l’assessore Lagalla – ad assicurare lo screening degli alunni dai 14 anni in su. Dei docenti e di tutto il personale scolastico, nei drive-in allestiti in tutta l’Isola. Si continua il monitoraggio negli istituti, con le apposite Usca scolastiche, dopo la ripresa”. La Task-force ha ribadito la raccomandazione di utilizzare le mascherine Ffp2 per i docenti di sostegno delle scuola di ogni ordine e grado e per gli insegnanti dell’infanzia e della primaria.

POTENZIATO SERVIZIO TRASPORTI

“Confermato anche – aggiunge l’assessore Lagalla – il potenziamento dei trasporti urbani ed extraurbani in coincidenza con la riapertura degli istituti superiori, secondo i Piani provinciali elaborati e coordinati dalle Prefetture”.

Advertising
Advertising

Leggi anche

Palermo-Catania in meno di 2 ore col treno: non è fantascienza, già pronti i fondi

Niente rifiuti dei comuni della provincia di Palermo a Bellolampo, Arpa dice no

Palermo, la residenza universitaria San Saverio diventa Laboratorio Sociale contro la dispersione scolastica