Sicilia zona gialla? Musumeci: “Dipende dai cittadini”

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, presente alla Fondazione Zito per l’iniziativa “Accanto agli ultimi” dedicata ai vaccini per i senzatetto, ha parlato di Palermo in zona arancione e della possibilità della Sicilia di diventare gialla.

Per il capoluogo non era più necessaria la zona rossa, lo abbiamo deciso dopo aver visionato la relazione dell’autorità sanitaria. Adesso siamo in arancione sperando di poter guardare verso il giallo; tutto dipende esclusivamente dai cittadini. In base ai loro comportamenti si decide quale misura adottare“.

Musumeci è pronto a far partire prima la stagione estiva per i lidi siciliani, fiduciosi nel passaggio in breve tempo della Sicilia in zona gialla. “Sto adottando un’ordinanza – afferma – che prevede l’apertura degli stabilimenti balneari a metà del mese di maggio, ma sono molto perplesso perché se dovessimo ricadere nel vortice rischieremmo di fare come la Sardegna, che è passata da Bianco a rosso. Siamo stanchi davvero non ce lo meritiamo, però non dipende da noi ma dalla condotta individuale e collettiva di ciascuno“.

SITUAZIONE VACCINI IN SICILIA

“Stiamo lavorando con 68 hub vaccinali ed i vaccini che arrivano ancora col contagocce. AstraZeneca è il vaccino del quale disponiamo in maggiore quantità ma c’è questa diffidenza, a mio avviso immotivata. Stiamo studiando tutte le possibili soluzioni, spero che i medici di medicina generale ci diano una mano di aiuto, ai quali lancio un appello a titolo personale, prima ancora che come presidente della regione, questo non è il momento di cercare cavilli, ma tutti dobbiamo stare in trincea e soprattutto chi indossa un camice bianco e ha consacrato un patto etico, deontologico e di onore”.

Advertising
Advertising

Leggi anche

Finanziaria, ok da commissione Bilancio a potenziamento Arpa

L’ex candidata sindaca no vax Donato passa alla DC: “Oggi Cuffaro il più affidabile”

Regione Siciliana, Schifani dispone cambio di deleghe all’interno della Giunta