Uccide il marito, poi confessa: “Stanca di violenze e maltrattamenti”

Le violenze e i maltrattamenti subiti per anni dal marito sarebbero all’origine del delitto familiare consumatosi nel primo pomeriggio di ieri, 11 luglio, a Borghetto di Borbera, paese nelle valli alessandrine. A confessare la moglie 60enne della vittima, che avrebbe ucciso il coniuge dopo averlo sedato.

L’uomo, 64 anni, stando alle parole della donna, avrebbe ripetutamente maltrattato lei e il figlio, presente al momento dell’uccisione. Nel corso dell’interrogatorio dei carabinieri, la sessantenne si è assunta la responsabilità del delitto. Adesso è sottoposta a fermo.

Advertising
Advertising

Leggi anche

Dramma familiare, uccide il fratello disabile e poi si toglie la vita: indagini in corso

Cinque vittime nell’incidente di Roma, la disperazione dell’unico sopravvissuto: “Sono rimasto solo”

Lite in casa finisce nel sangue: moglie uccide marito davanti al figlio minorenne