Morta per overdose di chemio a Palermo: chiesti 2 milioni di danni

Valeria Lembo aveva 34 anni ed era mamma di un bambino di sette mesi nel 2011 quando è morta a causa di una overdose di chemio. Secondo l’accusa alla donna fu somministrato un farmaco chemioterapico 10 volte maggiore della dose prevista dai protocolli. Per medici e infermieri citazione in giudizio davanti alla Corte dei Conti, chiesti 2 milioni di euro per danni al Policlinico di Palermo.

I medici coinvolti sono Sergio Palmieri, al quale hanno contestato circa un milione di euro, 397 mila euro ad Alberto Bongiovanni così come per Laura di Noto; infine 49 mila euro per le infermiere Elena Demma e Clotilde Guarnaccia. Tutti gli imputati hanno ricevuto una condanna penale in primo e secondo grado.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Advertising
Advertising

Leggi anche

Tragedia sfiorata nel Palermitano, mamma colta da malore rischia di soffocare il figlio di 4 mesi

Matteo Messina Denaro, di nuovo indagata l’ex amante di Bagheria

Omicidio pizzaiolo a Termini Imerese, confermata condanna della moglie