Anche a Palermo, Polizia Penitenziaria in stato di agitazione dinanzi le Prefetture

A Palermo, le sigle della Polizia Penitenziaria hanno stazionato in via Cavour, davanti alla Prefettura. Manifestazioni in tutte le principali città.

L'insostenibilità della situazione carceraria in Sicilia, tra drammatiche carenze di organico e colpevoli assenze della politica, al centro della manifestazione di protesta svoltasi stamani dinanzi a tutte le Prefetture dell'isola, dove le sigle SAPPE, OSAPP, FNS CISL e UILPA Polizia Penitenziaria hanno tenuto sit in e azioni di volantinaggio e sensibilizzazione in merito alle condizioni di lavoro negli istituti di pena. 

L'iniziativa è scaturita dai recenti fatti accaduti presso la struttura di Santa Maria Capua Vetere, in Campania, dove alcuni poliziotti penitenziari sono stati destinatari di avvisi di garanzia per i reati di violenza privata, tortura e abuso di potere. 

Accuse che i sindacati non accettano, sottolineando le innumerevoli difficoltà che la Polizia Penitenziaria riscontra quotidianamente per garantire, da un lato, ordine e sicurezza e, dall'altro, il rispetto delle leggi dello Stato. 

Anche a Palermo, le sigle, rappresentate dai leader regionali Calogero Navarra, Dario Quattrocchi, Gioacchino Veneziano e Domenico Ballotta hanno aperto il presidio dinanzi la Prefettura, in via Cavour.