Home Eventi, tv e spettacolo L’appello di un’agenzia di Palermo: “Il mondo dell’arte va preservato”

L’appello di un’agenzia di Palermo: “Il mondo dell’arte va preservato”


Francesca Catalano

Le parole arrivano dall'agenzia ASC Production in difesa del settore artistico

L’ASC Production, agenzia di management artistico con sede a Petralia Soprana, lancia un appello in difesa degli artisti e di tutti i professionisti che operano nel mondo dell’arte. In questo duro periodo caratterizzato dall’imponente emergenza sanitaria, infatti, anche il settore artistico ha subito ingenti danni. Occorre dunque pensare un piano di tutela per questo importante ramo della società, spesso sottovalutato.

L’ARTE COME ELEMENTO STRATEGICO PER LA RICOSTRUZIONE

Le parole pubblicate dall’agenzia di produzione e distribuzione artistica del palermitano pongono l’attenzione su come la musica e lo spettacolo si stiano rivelando fattori fondamentali in un periodo difficile come questo. Moltissimi artisti, a prescindere dalla propria popolarità, infatti, si stanno adoperando per trasmettere l’importanza di seguire le regole di difesa contro il Coronavirus. Il tutto chiaramente senza introiti di nessun tipo, ma motivato dal senso civico e di responsabilità che chi crea prodotti artistici deve far proprio.

Tuttavia la situazione è difficile anche per gli artisti che vedono la ripresa di concerti e spettacoli lontana. “Alla normalità – dichiara ASC Production – si arriverà per gradi con la riapertura delle attività strategiche e di prima necessità. Tra queste sicuramente non ci sarà la musica e lo spettacolo, dove il distanziamento sociale è un fattore limitante, che rimarrà una attività di secondo piano pur dando lavoro a migliaia di persone.”

La crisi, infatti, non riguarda solo gli artisti ma tutte quelle persone che lavorano attorno alla mente creativa. L’ASC Production, dunque, chiede la tutela dei tantissimi professionisti che, come altri, stanno soffrendo la crisi legata all’emergenza sanitaria. I tecnici, gli operatori che si occupano di ciò che c’è dietro le quinte sono la base sulla quale si poggia la normale fruizione del prodotto artistico. “Ecco perché necessita una attenzione specifica da parte del Governo per questa categoria di lavoratori prevedendo un intervento mirato, cucito su misura, per queste persone che non si devono sentire abbandonate. Le organizzazioni sindacali riconosciute si devono fare carico di difendere anche questa categoria di lavoratori al pari degli altri.”

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

Potrebbero interessarti