Home Cronaca di Palermo Area pedonale e Ztl a Sferracavallo ora sono realtà, ecco l’ordinanza

Area pedonale e Ztl a Sferracavallo ora sono realtà, ecco l’ordinanza


Elian Lo Pipero

tavolini

Pubblicata l’ordinanza numero 837 del 14/06/2023 con la quale si regola un’area pedonale e la Ztl nella borgata marinara palermitana di Sferracavallo. Si tratta di un provvedimento sperimentale valido annualmente dal 1 giugno al 31 ottobre, voluto fortemente dall’amministrazione comunale in ambito di sostenibilità. 

L’area pedonale comprende l’intero tratto di piazza Marina e saranno in vigore i seguenti provvedimenti:

– Istituzione di area pedonale protetta con dissuasori
(art. 180 del D.P.R. n° 495/92).
– Revoca di tutte le aree di sosta presenti sui luoghi,
riservate a vario titolo.
– Istituzione di uno stallo di carico/scarico merci posizionato lungo il lato sinistro e prima delle barriere
poste a protezione dell’area pedonale provenendo dalla via Torretta;

Le vetture di servizio delle FF.O, per esigenze di servizio e/o controllo, potranno sostare sui luoghi garantendo comunque la circolazione dei pedoni e dei veicoli autorizzati al transito nell’area pedonale. L’accesso e l’uscita all’area pedonale dovranno avvenire dalla via Scalo di Sferracavallo protetta con dissuasori mobili (anche realizzati con barriere new jersey di dimensione ridotta) e dalla via Torretta protetta con dissuasori ad archetto parzialmente rimovibili. La regolamentazione avverrà mediante la collocazione dell’apposita segnaletica verticale (fig. II 320 art. 135 e fig. II 321 art. 135 del D.P.R. del n° 495/92).

Potranno accedere all’area pedonale i seguenti veicoli:

1. mezzi dei residenti e/o dimoranti all’interno dell’area pedonale possessori di un posto auto con regolare
passo carrabile, o avente disponibilità certificata di un posto auto in garage regolarmente autorizzato e
ubicato all’interno dell’area pedonale;

2. mezzi dei non residenti, detentori, all’interno dall’area pedonale, di un posto auto privato (con regolare
passo carrabile) o aventi disponibilità certificata di un posto auto in garage regolarmente autorizzato.

3. mezzi di residenti e/o dimoranti all’interno dell’area pedonale che, non disponendo di un parcheggio
privato individuale presso la propria residenza, necessitano dell’accesso per effettuare brevi operazioni di
carico e scarico di merci ingombranti nelle immediate vicinanze dell’abitazione;

4. mezzi delle ditte private destinati alla fornitura di materiali a servizio di cantieri edili o di privati, esercizi
commerciali e/o artigianali presenti all’interno dell’area pedonale per un massimo di 15 min.

5. I mezzi privati dei turisti (previa dimostrazione dell’avvenuta prenotazione o della chiamata) diretti verso
le strutture ricettive presenti nelle predette vie, per il tempo strettamente necessario a consentire l’accesso
e il trasbordo dei bagagli;

6. I mezzi utilizzati per specifiche esigenze quali: assistenza e accompagnamento disabili verso strutture
pubbliche/private presenti nell’area pedonale, trasporto merci ingombranti, traslochi, ecc… (la richiesta
di accesso temporaneo dovrà riportare la motivazione, la targa, la data e la destinazione, e comunicata alla centrale
operativa del Comando Polizia Municipale alla mail [email protected]);

7. I mezzi utilizzati per eventi eccezionali quali: manifestazioni, matrimoni, funerali, ecc…(la richiesta di
accesso temporaneo dovrà riportare la motivazione, la targa, la data e la destinazione, e comunicata alla centrale
operativa del Comando Polizia Municipale alla mail [email protected]);

8. I velocipedi (muniti di due ruote o analoghi dispositivi anche ad alimentazione elettrica solo con pedalata
assistita);

9. I mezzi a servizio di persone invalide, non residenti all’interno dell’area pedonale muniti di contrassegno
identificativo e in presenza del detentore del contrassegno a bordo del veicolo stesso;

10. I mezzi dell’AMAP, AMG, RAP, ENEL, TELECOM e di altri enti o aziende di servizio pubblico e ditte
esecutrici di lavori (per conto dei suddetti enti), dei quali sia palese la funzione e la destinazione, nei casi
specifici i cui interventi ricadono all’interno delle aree pedonali; tutti i mezzi di soccorso ed emergenza

Zona a traffico limitato a Sferracavallo, ecco le strade interessate

Non solo area pedonale, ma anche Ztl  per rendere più vivibile a residenti e non la borgata marinara. Le strade interessate dalla Zona a traffico limitato sono: via Scalo di Sferracavallo (tratto compreso tra la via Virgilio e la Piazza Marina di
Sferracavallo); via Amorello, via Tabò e via dei Pescatori.

L’accesso sarà garantito dalla via Barcarello e dalla via dei Pescatori. L’uscita dalla ZTL dovrà avvenire dalla via Amorello e dalla via Tabò. L’accessibilità e il transito veicolare ai suddetti tratti interessati dalla ZTL, sarà garantito dai varchi indicati e
sarà regolamentata mediante la collocazione dell’apposita segnaletica verticale. Inoltre, sia l’area pedonale che la Ztl saranno delimitate dai dissuasori.

Infine in via Scalo di Sferracavallo nel ratto stradale compreso tra la via Virgilio e l’ingresso al
molo istituzione del doppio senso di marcia; nel lato sinistro del tratto (a monte) istituzione del divieto di sosta (00/24) con rimozione coatta.

Nel tratto stradale compreso l’ingresso del molo e la via Amorello istituzione del senso unico di marcia nel senso e nel tratto; entrambi i lati istituzione del divieto di sosta (00/24) con rimozione coatta.

Residenti divisi sulla zona a traffico limitato

Il provvedimento però non convince i residente di Sferracavallo, i quali hanno manifestato i loro dubbi ai microfoni di Palermo Live. “Non è pronta alla Ztl, Sferracavallo è un piccolo borgo e senza parcheggi limitare l’utilizzo dell’auto mi sembra presto”, afferma Calogero Vermiglio residente.

“In questi anni ho assistito a un declino totale di questa meravigliosa borgata”, dice Giovani Cacioppo. “Posteggio selvaggio, incuria totale di noi cittadini sono stati i problemi principali. Sulla Ztl penso che sia corretta come idea, ma senza controlli non può funzionare”. 

La zona a traffico limitato la condivido, ma dobbiamo accettare le regole. Camminiamo a piedi, siamo più responsabili di quello che ci circonda”, dice un’altra residente Maria Cianciollo De Simone. Sia residenti che lavoratori prima che si attuasse la Ztl e l’area pedonale vorrebbero maggiori parcheggi nella borgata: “Ci manca la bretella che collegherebbe l’uscita autostradale a Barcarello”, dice Natale Randazzo titolare di un ristorante sul lungomare. “L’ampliamento dei parcheggi ci darebbe una grossa mano per la gestione dell’affluenza e del traffico che nel fine settimana in inverno e nei mesi di luglio agosto in estate sono ingestibili”.

Leggi anche

Ztl e area pedonale a Sferracavallo e Mondello, il pensiero di residenti e commercianti – VIDEO

Sferracavallo, alle porte di Palermo una lunga distesa di rifiuti – VIDEO

Potrebbero interessarti