Home Ambiente e tecnologia Arrivano i “Giorni della Merla”: origine, significato e data

Arrivano i “Giorni della Merla”: origine, significato e data


Redazione PL

giorni della merla

I “Giorni della Merla” appartengono al 29, 30, 31 gennaio. La credenza popolare sostiene che questi siano i giorni più freddi dell’anno.

LA STORIA COMUNE

Protagonista principale nell’immaginario di queste storie è per l’appunto il merlo, volatile appartenente alla famiglia dei turdidi.

La più famosa leggenda racconta di una merla che si ritrova al termine della sua vita per colpa del freddo e della mancanza di cibo dovuto all’eccessivo gelo. Il volatile, però, riuscì a trovare riparo all’interno di un comignolo, risiedendo lì per tre giorni.

Tuttavia, uscendo dal rifugio, la fragile merla notò un radicale cambiamento di colore. Infatti, il suo pelo divenne talmente nero da manifestarsi anche su tutti i successivi esemplari, in quanto fu l’unica che riuscì a sopravvivere al grande gelo.

LA LEGGENDA LEGATA AL TERRITORIO

In questa storia, i protagonisti sono due giovani sposi di nome Merlo e Merla. La coppia, dopo essersi sposata nei pressi del fiume Po è costretta ad attraversare il fiume per tornare nella propria abitazione. Decisero, però, di aspettare tre giorni e sperare nell’eventuale miglioramento climatico.

Questo non accadde e furono costretti a dover attraversare il fiume totalmente ricoperto dal ghiaccio. Purtroppo, durante il cammino, Merlo perse la vita cadendo all’interno del corso d’acqua.

La leggenda narra che Merla pianse così tanto da sentirsi ancora oggi lungo le acque del Po.

LE ALTRE VERSIONI

In questa storia il personaggio principale è solo la merla, ma lo scopo primario è sempre quello di cercare cibo durante il freddo invernale. Stanca della solita situazione annuale, decise di fare abbondanti scorte di cibo e di rifugiarsi anticipatamente per poi uscire al termine del mese.

Tuttavia, non andò come previsto. Infatti, gennaio, infuriato per esser stato fregato, decise di prendere tre giorni di febbraio. Malgrado ciò, la merla riuscì ancora una volta a rifugiarsi per altri tre giorni nella chetichella di un camino.

Alla conclusione dei tre giorni, la merla fu finalmente pronta ad uscire dal riparo. La conseguenza, però, fu quella di ritrovare il suo piumaggio ancora più grigio per colpa della fuliggine del camino. Il volatile restò per sempre con le piume più scure, rassegnandosi definitivamente alla situazione.

IL METEO IN SICILIA

Malgrado le credenze dei “Giorni della Merla”, in Sicilia il tempo è stabile. Infatti, tutti i comuni siciliani, prevendono nei giorni del 29 e 30 gennaio un clima per lo più soleggiato. Diverso sarà il 31 gennaio, infatti, ad eccezione di Palermo e Trapani, gli altri comuni saranno soggetti a pioggia e schiarite. Il territorio palermitano raggiungerà un minimo di 12° e un massimo di 18°.

Potrebbero interessarti