Home Salute e Famiglia Negli Open day per over 18 stop ad AstraZeneca. Morta la ragazza di Genova

Negli Open day per over 18 stop ad AstraZeneca. Morta la ragazza di Genova


Pippo Maniscalco

Il Comitato tecnico scientifica verso un chiaro indirizzo e una riorganizzazione della campagna vaccinale. Non ce l'ha fatta la 18enne colpita da trombosi

Si attende il parere ufficiale del Comitato tecnico scientifico sull’utilizzo del vaccino AstraZeneca per i giovani dai 18 anni in su. Ma già il ministero della Salute e l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) hanno dato il loro. Per AstraZeneca è raccomandato solo un uso preferenziale per i soggetti over 60. A quanto sembra, in queste ore gli esperti si starebbero avviando verso una riorganizzazione della campagna vaccinale. Sarebbe prevista la somministrazione di diverse tipologie di vaccino a seconda delle fasce di età. Questo per evitare il “caos” delle Regioni che stanno procedendo in ordine sparso. Anche organizzando Open day con AstraZeneca aperti anche ai giovani dai 18 anni in su.

SOSPESI OPEN DAY CHE PREVEDEVANO ASTRAZENECA. NODO SECONDA DOSE

In attesa della pronuncia del Cts, nelle scorse settimane alcune Regioni hanno già proceduto alla somministrazione del vaccino anglosvedese agli under 60. Ciò è avvenuto in Toscana, Lazio, Calabria, Abruzzo e Sicilia. Anche organizzando Open day per gli over 18. Alla luce di quanto sta avvenendo, in Sicilia, in via cautelativa, in uno già previsto dal 10 al 13 giugno, non sarà somministrato AstraZeneca. Ma per chi ha più di 18 anni e non ha fragilità, sarà comunque possibile vaccinarsi con Johnson&Johnson. Resta il nodo seconda dose per i giovani già vaccinati con AstraZeneca. Vari esperti si dicono favorevoli a completare comunque il ciclo vaccinale con lo stesso antidoto.

Open day sospeso in via cautelare per AstraZeneca. È possibile avere Johnson&Johnson

MORTA LA 18ENNE DI GENOVA COLPITA DA TROMBOSI

Camilla Canepa, la 18enne di Sestri Levante ricoverata domenica con una gravissima trombosi al seno cavernoso e conseguente emorragia cerebrale, non ce l’ha fatta. Due settimane prima la giovanissima studentessa aveva ricevuto il vaccino AstraZeneca in un Open day che consentiva agli over 18 di ricevere vaccini a vettore virale, come appunto AZ. Nei giorni scorsi il problema che aveva colpito Camilla aveva amplificato i dubbi su questo vaccino. Sulla opportunità, cioè, di somministrarlo ai giovani, in particolare alle giovani donne. I genitori di Camilla hanno autorizzato l’espianto degli organi: ne beneficeranno cinque malati.

Potrebbero interessarti