Home Economia e lavoro Attività produttive, oltre 38 milioni ai cluster siciliani: pubblicato il bando

Attività produttive, oltre 38 milioni ai cluster siciliani: pubblicato il bando


Redazione PL

"Con questo bando si raggiunge un importante traguardo per l'assessorato Attività Produttive", ha dichiarato l'assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano

produttive

Pubblicato il bando “Cluster in Sicilia” per accedere ai contributi per sviluppare i poli produttivi di specializzazione dell’isola per oltre 38 milioni di euro. Con questo bando si raggiunge un importante traguardo per l’assessorato Attività Produttive – dice l’assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano –. Siamo, infatti, i primi a pubblicare un bando sulle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione 2021-27 a valere sui circa 70 milioni di euro assegnati all’Assessorato che, a breve, pubblicherà altri tre bandi, rispettivamente, per nuove imprese, investimenti PMI e acceleratori di innovazione“.

FONDI PER CONSORZI E IMPRESE

A beneficiare dei contributi Cluster per una dotazione di oltre 38 milioni (di cui 35 milioni a valere su FSC 2021-27 e 3,6 milioni dei fondi Poc 2014-20) saranno i consorzi, le società consortili, le cooperative e le reti di impresa, collocati all’interno dei distretti produttivi che presentano una proposta progettuale con il programma di spesa.

L’intervento finanziario sarà diretto a migliorare l’efficienza produttiva e gestionale, oltre che la logistica nelle imprese dei cluster produttivi e ad incrementare, nel sistema delle piccole e medie imprese, la capacità di penetrazione all’estero anche attraverso incisive azioni di marketing e dotazioni digitali – spiega l’assessore – segno della massima attenzione che il governo Musumeci presta allo sviluppo delle imprese dei 24 distretti produttivi dell’isola”.

Il contributo erogato sarà a fondo perduto pari al 90 per cento del costo totale ammissibile del programma di spesa. La proposta imprenditoriale deve contenere gli obiettivi delle attività previste, il programma di spesa, le ricadute di sviluppo sulle imprese aderenti al distretto, un cronoprogramma con l’indicazione dei mesi necessari per la conclusione del programma di spesa, le modalità di realizzazione e gestione, oltre al piano economico-finanziario.

RAFFORZARE COPPERAZIONE TRA IMPRESE E PROMOZIONE DEL PRODOTTO

Obiettivo dei programmi di spesa cluster è rafforzare la cooperazione tra imprese, realizzare iniziative di promozione e commercializzazione dei prodotti, con azioni di marketing e creazione di marchi, concentrare l’offerta in una logica di filiera per ridurre i costi di produzione, garantire la tracciabilità dei prodotti e aumentare il livello qualitativo delle produzioni, introdurre competenze specialistiche. Sono ammessi programmi di spesa che vanno da 200 mila a 1,8 milioni di euro, che interessano investimenti per la cooperazione e la governance partecipativa tra e imprese del distretto (infrastrutture digitali, modelli di business e cluster), investimenti per piattaforme logistiche e servizi specialistici, marketing e azioni commerciali, e per attività di internazionalizzazione.

Le agevolazioni saranno concesse attraverso la procedura valutativa a sportello, mediante domanda telematica da presentare dal 5 al 20 maggio 2022. Qui il link al Bando.

L’ELENCO DEI DISTRETTI PRODUTTIVI SICILIANI COINVOLTI


Distretto delle Ceramiche made in Sicily (Palermo); del marmo di Sicilia a Custonaci (Trapani); del vino di Sicilia e quello Dolce Sicilia (Palermo); olio extravergine di oliva siciliano Castelvetrano (Trapani); olive da tavola siciliane Castelvetrano (Trapani); laniero siciliano a Cammarata (Agrigento); Luxury hospitality (Palermo); Sicilia 5.0 (Catania); Sicily Valley (Catania); Agrumi di Sicilia (Catania); del Ficodindia di Sicilia (San Michele di Ganzaria); della pietra lavica (Belpasso); del Dolce Sicilia (Palermo); Distretto Meccatronica (Palermo); Moda Mythos (Palermo); Distretto nautico del Mediterraneo (Mazara del
Vallo); Pesca e Crescita Blu (Mazara del Vallo); Distretto orticolo sud-est Sicilia (Ragusa); Lattiero Caseario (Ragusa); Ecodomus (Licata); Frutta secca di Sicilia (Mazzarino); Filiera delle Carni (Messina); Distretto ortofrutticolo di qualità (Siracusa); Terre del Florovivaismo (Messina).

CLICCA QUI PER LE NOTIZIE DI CATANIA

Potrebbero interessarti