Attraversamento di via Perpignano: parte la petizione popolare

Mille le firme che occorrono, mercoledì appuntamento a Piazza Noce

La tragica e prematura morte di Agostino Cardovino, avvenuta nella notte tra sabato 20 e domenica 21 giugno, ha scosso non solo l’intero quartiere Noce e le borgate limitrofe, dove la giovanissima vittima trascorreva il tempo libero insieme ai familiari e agli amici, ma ha toccato il cuore di tutta la città di Palermo, tanto da spingere una mamma, Laura Margherita Mirto, a dare il via ad una petizione popolare affinché si prendano seri e veloci provvedimenti.

Mamma Laura, ipovedente, è stata immediatamente affiancata nella sua idea dal consigliere della Quinta Circoscrizione Salvatore Altadonna e dal Comitato Civico “Via Perpignano” che già negli anni passati aveva intrapreso una piccola battaglia al fine di rendere sicuro l’attraversamento di via Perpignano.

Mercoledì primo luglio, dalle ore 9 alle ore 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 18.30 in Piazza Noce, sarà possibile firmare la petizione indirizzata al Sindaco Leoluca Orlando, al Presidente del Consiglio Comunale Salvatore Orlando e al Presidente della V Circoscrizione Fabio Teresi.  Tramite quest’ultimo i residenti hanno già chiesto che vengano presi provvedimenti immediati, come l’innalzamento della durata del semaforo per l’attraversamento dei pedoni che transitano su Viale della Regione e una pattuglia della Polizia Municipale fissa che possa vigilare sulla corretta osservanza del codice della strada.

Sono 5 i punti fondamentali della raccolta firme: 
- audire una rappresentanza dei cittadini sottoscrittori e quindi dei rappresentanti del Comitato Civico “Via Perpignano”;
- verificare la fattibilità della realizzazione di un sovrappasso pedonale su Viale della Regione Siciliana all’altezza dell’intersezione con via Perpignano;
- verificare il rispetto dei contratti di servizio relativi alla manutenzione ordinaria e straordinaria dei sovrappassi già esistenti;
- intensificare i presidi di sicurezza, soprattutto nelle ore notturne, in prossimità ed all’interno dei sovrappassi;
- verificare il corretto funzionamento dei semafori a prenotazione soprattutto riguardo a quelli con tecnologia assistita per i non vedenti e ipovedenti.

L’invito a firmare la petizione è rivolto a tutta la cittadinanza non solo ai residenti della zona. L’obiettivo del Comitato Civico è sì quello di risolvere nell’immediato il problema dell’attraversamento di via Perpignano, ma anche quello di indirizzare l’amministrazione comunale alla valutazione della pericolosità di alcune particolari zone della città.