Auto del sindaco di Gibellina in fiamme, arrestato un uomo di 42 anni

I motivi dell'atto criminoso sono riconducibili al mancato assegnamento di una casa popolare

La vicenda del comune di Gibellina, in provincia di Trapani, ha dell'incredibile. Antonino Bivona, 42 anni, avrebbe incendiato l'auto del sindaco e per queste ragioni questa mattina è stato arrestato dai carabinieri di Castelvetrano. Le motivazioni del fatto, emerse durante le indagini condotte dalla Procura di Sciacca sarebbero generate dal fatto che l'uomo non sia riuscito ad ottenere una casa popolare.

Il 4 aprile scorso Bivona avrebbe distrutto l'auto del primo cittadino di Gibellina, Salvatore Sutera, secondo gli inquirenti ritenuto dall'arrestato responsabile della mancata conquista dell'alloggio. La Nissan Qashqai si trovava all'interno del cortile dell'abitazione privata e le fiamme hanno danneggiato in parte anche l'auto della moglie del sindaco. L'indagato è stato al momento trasferito presso la Casa Circondariale di Sciacca.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Incendi, la Protezione civile segnala quattro zone rosse in Sicilia