Home Dal mondo Scrive “Devo sgozzare un tizio” sull’autocertificazione data ai poliziotti

Scrive “Devo sgozzare un tizio” sull’autocertificazione data ai poliziotti


stanislao lauricina

Agli agenti ha detto di aver una ragione valida: “Sto aspettando una persona per colpirlo"

poliziotti

Di giustificazioni per circolare nonostante i divieti imposti dalle autorità per contrastare la pandemia di Covid-19 se ne sono lette e sentite a decine, ma quella presentata ai poliziotti della città francese di Lannion, probabilmente, le batte tutte. “Devo tagliare la gola a un ragazzo”, ha scritto un uomo di 39 anni sulla autocertificazione esibita ai poliziotti, a un controllo.

L’uomo si nascondeva dietro un’auto vicino alla stazione ferroviaria di Lannion sabato intorno all’una di notte quando è stato notato da una pattuglia della polizia. Agli agenti ha detto di aver una ragione valida: “Sto aspettando una persona per colpirlo”; l’uomo aveva un coltello a serramanico. Il 39enne aveva un’autocertificazione scritta a mano con il suo vero nome, l’ora della partenza da casa alle 22.15. I poliziotti gli hanno spiegato che il motivo “non era valido” per essere in giro a quell’ora, a dispetto del lockdown.

L’uomo, che era ubriaco, è stato fermato. L’indomani è stato rilasciato, ma gli è stata elevata una multa doppia: di 135 euro per l’autocertificazione e di 150 euro per lo stato di ubriachezza pubblica e manifesta.

Potrebbero interessarti