Home Economia e lavoro Avviso 22, tirocinanti ancora in attesa di pagamento: “Situazione scandalosa”

Avviso 22, tirocinanti ancora in attesa di pagamento: “Situazione scandalosa”


Redazione PL

Intervento all'Ars della deputata del M5s Roberta Schillaci: "L'assessore Scavone deve porre dei rimedi"

AVVISO 22

Continua la trafila dei tirocinanti di Avviso 22, progetto finanziato dalla Regione Siciliana. Lo stage prevedeva un periodo di lavoro dai 6 ai 12 mesi, con pagamenti bimestrali di 1000 euro. Una buona parte dei tirocinanti, tuttavia, ha concluso il periodo senza aver ancora ricevuto i dovuti emolumenti.

“Il bando è stato reso pubblico nel giugno 2018 – spiega Oreste Lauria, portavoce dei tirocinanti di Avviso 22 -. L’insediamento dell’assessore Antonio Scavone avvenne nel febbraio 2019; i tirocini formativi sono stati attivati a partire da settembre 2019. L’assessore aveva tutto il tempo di verificare e capire, al tempo stesso e durante, se si sarebbero verificati errori sulle procedure, intoppi burocratici ed amministrativi. Servivano delle linee guida ben dettagliate per non incappare sulle problematiche poi verificatesi alla fine del tirocinio. I controlli sulle procedure andavano fatti prima”.

“Una situazione davvero scandalosa – chiosa Lauria – dopo anni purtroppo non si riescono a pagare questi tirocinanti”.

AVVISO 22, INTERVENTO ALL’ARS DELLA DEPUTATA ROBERTA SCHILLACI

La questione è stata più volte sollevata all’Ars. L’ultimo intervento è quello di Roberta Schillaci, deputata del M5s, che ha sottolineato la condizione dei tirocinanti. Su 1741 coinvolti nel progetto Avviso 22, 500 sono ancora in attesa di essere liquidati dalla Regione Siciliana. Di questi, circa 200 sono stati in parte pagati, il resto, che ha iniziato il tirocinio formativo tra settembre 2019 e il 2020, non ha ancora ricevuto alcun pagamento.

“L’assessore riferisce che questo è un avviso che non è stato elaborato da lui – ha dichiarato Schillaci -. D’accordo, ma dopo due anni e mezzo deve dare delle risposte. L’assessore gestisce un assessorato, gestisce le politiche attive del lavoro, deve porre dei rimedi. Oltretutto ci dice che ha soltanto pochissimi funzionari. Bene, ne organizzi e trasferisca altri al servizio per dare definitivamente risposte a queste persone. Oltretutto, voglio ricordare, che dopo un anno che sono stati coinvolti con questi tirocini, nessuno di loro ha trovato un lavoro stabile. Quindi io mi chiedo a cosa servano davvero questi tirocini”.

CONTINUA A LEGGERE

 

Avviso 22, tirocinanti ancora in attesa dei pagamenti: “Istituzioni regionali assenti”

 

 

 

Potrebbero interessarti