Home A Bagheria nasce l’ambulatorio specialistico solidale per indigenti

A Bagheria nasce l’ambulatorio specialistico solidale per indigenti



In contrasto alle complicanze economiche e di salute portate dal COVID-19, Bagheria si appresta alla creazione di un ambulatorio solidale per chi non può permettersi di avere un'assistenza

Il servizio Polispecialistico Solidale, istituito da Comune di Bagheria, l’ASP Palermo (Distretto sanitario e medici di medicina generale), la Caritas cittadina, l’Associazione Medica Bagherese, il Lions Club Bagheria ed il Rotary Club Bagheria ha lo scopo di fornire assistenza sanitaria di base a chi ne è sprovvisto e nasce per il contrasto alla povertà sanitaria.

Il servizio sarà coordinato dalla Caritas Cittadina e si inserisce all’interno del Polo Socio Sanitario di Prossimità che avrà sede in due stanze dei corpi bassi di palazzo Butera. Oltre all’ASPI, il Polo Socio Sanitario di Prossimità attiverà anche uno sportello di supporto psicologico e avvierà azioni di promozione alle cure e prevenzione, educazione alimentare e assistenza farmaceutica.
Le linee guida sono state firmate dal Sindaco Tripoli, dalla direttrice della Caritas Cittadina Mimma Cinà che coordinerà le azioni, da Vittorio Panno in qualità di presidente dell’Associazione Medica Bagherese, da Teresa Greco, presidente del Lions club di Bagheria e da Rossella Franzone, presidente del Rotary club di Bagheria.

«Un altro passo avanti per dare vita al Polo Socio-Sanitario di Prossimità, in questo momento drammatico per la salute dei cittadini e per l’aggravarsi delle condizioni socio-economiche delle famiglie bagherese è stato compiuto – dice il sindaco Tripoli – Un grazie alla Caritas Cittadina e a tutti i medici di famiglia e agli specialisti che appartengono alle associazioni di service. Una collaborazione tra pubblico e privato per un obiettivo comune, fatto con gratuità e solo per l’interesse nei confronti della nostra comunità. Fondamentale sempre la sintonia con l’Asp di Bagheria».