Home Dal resto della Sicilia Al bar senza mascherina: titolare lo rimprovera, lui prova a dar fuoco all’attività

Al bar senza mascherina: titolare lo rimprovera, lui prova a dar fuoco all’attività


Redazione

L'uomo avrebbe dato in escandescenze minacciando gestori e dipendenti del Bar Amore di Modica. Poi l'incendio e l'avvistamento nei pressi del locale

bar

Nella notte di giovedì 6 gennaio, i Carabinieri della Compagnia di Modica hanno arrestato un 43enne che avrebbe tentato di dar fuoco ad un noto bar della zona. Si tratta del Bar Amore, nel cuore di Modica Alta. La vicenda sarebbe legata alla rivalsa di un avventore sul titolare dell’attività per futili motivi.

S.G. – queste le iniziati dell’arrestato – in serata sarebbe infatti entrato nel locale senza mascherina, in violazione dunque delle vigenti normative anti contagio. Ammonito dal titolare e invitato a indossare il dispositivo, l’uomo avrebbe dato in escandescenze. Sarebbe addirittura arrivato a minacciare gestori e dipendenti del locale.

Sempre nella stessa serata, uno dei dipendenti lo avrebbe poi avvistato mentre si aggirava nei pressi dell’ingresso del bar con una tanica di plastica. Da lì a pochi minuti sono divampate le fiamme, spente dai vigili del fuoco, prontamente allertati. Sul posto anche i carabinieri che, durante il sopralluogo, hanno visto il soggetto transitare davanti al locale.

Fermato, il 43enne, dopo i dovuti accertamenti, è stato tratto in arresto. Ora è ai domiciliari su disposizione dall’Autorità Giudiziaria.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti