Home Cultura e società Un bassorilievo consentirà di ammirare l’Annunciata di Antonello da Messina a non vedenti

Un bassorilievo consentirà di ammirare l’Annunciata di Antonello da Messina a non vedenti


Francesca Catalano

L’assessore ai Beni Culturali Samonà sul bassorilievo tattile dell’Annunciata di Antonello da Messina: «Una nuova opportunità di apprezzare l’opera d’arte attraverso un percorso sensoriale»

Da oggi un bassorilievo tattile permetterà a non vedenti e ipovedenti di ammirare “in sicurezza” e nel pieno rispetto delle norme anticovid l’Annunciata, il capolavoro di Antonello da Messina, esposto alla Galleria Regionale di Palazzo Abatellis a Palermo.

L’opera, collocata su un supporto mobile di acciaio, realizzato appositamente per inserirsi nel contesto architettonico della sala dove è esposto il dipinto a olio su tavola nel progetto “Aggiungi un senso all’Arte”, campagna promossa dalla Fondazione CittàItalia già sin dal 2009 per favorire l’accessibilità e la fruizione del patrimonio culturale ai visitatori con disabilità visive.Il Bassorilievo è stato consegnato questa mattina da Alberto Improda, presidente della Fondazione CittàItalia, alla Direttrice della Galleria Regionale, Evelina De Castro, alla presenza dell’Assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Alberto Samonà e del responsabile dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti onlus di Palermo, Gigi Di Franco.

“Nel giorno in cui il mondo della cultura soffre in tutt’Italia – racconta l’Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Alberto Samonà a PalermoLive – a causa di un Dpcm che ha imposto la sospensione di molte attività, come quelle teatrali, musicali e cinematografiche, dalla Sicilia parte un nuovo messaggio di speranza che pone al centro la bellezza e la cultura, medicine interiori infallibili”.

L’ANNUNCIATA DI ANTONELLO DA MESSINA

Vergine annunciata è un dipinto di Antonello da Messina nel quale seppe coniugare la monumentalità e il classico razionalismo della forma dello stile italiano con l’attenzione al dettaglio della pittura fiamminga. Al centro del dipinto, Maria è avvolta da un velo blu che le copre il capo e le spalle. La Vergine porta la mano destra in avanti mentre con la mano sinistra chiude il velo sul petto. Si intravede anche l’abito rosso coperto dal tessuto. Il viso e il corpo sono frontali. Lo sguardo, invece è rivolto a sinistra in basso. L’espressione è timorosa. I lineamenti del viso sono giovanili e regolari. A sinistra del dipinto, si trova un leggio. Su di esso un si nota un libro aperto con le pagine sollevate. Infine, il fondo è molto scuro e privo di particolari dipinti.

Potrebbero interessarti