Home Cultura Il presidente Sergio Mattarella si congratula con i Bellamorèa

Il presidente Sergio Mattarella si congratula con i Bellamorèa


Marianna La Barbera

I due fratelli musicisti originari della provincia di Catania hanno omaggiato di recente le vittime di mafia

Il video “Nun c’è chi diri”, realizzato in occasione della Giornata in ricordo delle vittime innocenti di mafia dai fratelli Emanuele e Francesco Bunetto, è piaciuto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Il capo dello Stato ha inviato ai due artisti, in arte “Bellamorèa”, una lettera di apprezzamento.
Il messaggio ha commosso ed emozionato il duo di musica popolare del Mediterraneo originario di San Michele di Ganzaria, in provincia di Catania.
“Sono parole” – dichiarano – “che riempiono di orgoglio e che ci incitano a continuare ad andare avanti, credendo sempre più al nostro progetto”.

LA GIORNATA DELLA MEMORIA IN RICORDO DELLE VITTIME DI MAFIA

Ogni anno, il 21 marzo, primo giorno di primavera, l’associazione Libera celebra la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.
In occasione della ricorrenza, i fratelli Brunetto, hanno realizzato un video coinvolgendo anche l’attore palermitano Tony Sperandeo, che si è detto felice di avere commemorato coloro che hanno perso la vita in nome di ideali altissimi.

COLLABORAZIONI PRESTIGIOSE

Per i due artisti, la sinergia con personaggi della musica e dello spettacolo di alto calibro quali Tony Sperandeo non è certo una novità.
In passato, infatti, hanno collaborato con altri illustri artisti siciliani.
Tra essi, l’attore messinese Nino Frassica, il cantante e polistrumentista ennese Mario Incudine e il comico palermitano Roberto Lipari.

MED WORLD TOUR”

Il progetto musicale dei fratelli Bunetto, “Med World Tour”, mira a dare voce alla cultura musicale del Mediterraneo, in tutto il mondo.
Un concetto che si esprime anche e soprattutto durante i live e i concerti, apprezzati e seguiti sia dal pubblico internazionale che dagli italiani residenti all’estero.
Il duo si è già esibito, oltre che in Italia, anche in America, Giappone, Germania e Inghilterra.
Nel loro repertorio figurano anche brani inediti, all’insegna della volontà di valorizzare le tradizioni attraverso ricerche e studi della musica popolare, dandone continuità in chiave moderna.
Attualmente, i due fratelli stanno lavorando alla registrazione di alcuni pezzi inediti e cover di musica popolare del Mediterraneo.


Potrebbero interessarti