Home Eventi e spettacolo Boldi rivendica paternità Striscia, Ricci:”Un ritardato, come lo zio scemo”

Boldi rivendica paternità Striscia, Ricci:”Un ritardato, come lo zio scemo”


Redazione PL

Polemiche al vetriolo riguardo la paternità di Striscia la Notizia, lo storico tg satirico di Mediaset. La versione di Boldi duramente contestata da Antonio Ricci.

Una querelle che è presto degenerata, perchè non sia mai si tocchi Striscia la Notizia al suo storico papà, ovvero Antonio Ricci. A provarci, che sia vero o no non possiamo essere certo noi a stabilirlo, è stato qualche giorno fa l’attore comico Massimo Boldi. Il “fu” re dei cinepattoni ha rivendicato la paternità del programma, sostenendo di averlo inventata lui e che sarebbe stato giusto scrivere nei titoli di coda del programma “Da un’idea di Massimo Boldi”.

LE PAROLE DI BOLDI

L’ho inventata io dieci anni prima che la facesse Ricci. Dopo aver visto su Telereporter un tizio che trasmetteva un tg parlando soltanto di quello che avveniva alla Comasina, scrissi il testo di un tg divertente. Lo feci al derby, poi ad Antenna 3, poi a Risatissima su Canale 5, con l’aiuto di Zuzzurro e Gaspare. Non era qualcosa di simile a quello che avevano già fatto Alighiero Noschese o Walter Chiari: loro imitavano i giornalisti veri. Io invece facevo un tg comico“.

LA VERSIONE DEL COMICO

E poi racconta nei dettagli: “Siamo al 1978-’79. Dopo il Fantastico con Celentano, per rientrare a Canale 5, Berlusconi mi affidò ad Antonio Ricci. Gli propongo l’idea del telegiornale e lui mi risponde: ‘Belìn, ancora il telegiornale, sono 10 anni che lo fai! E’ una rottura di scatole’. Due anni dopo, mentre sono a Grand Hotel, un pomeriggio vengono Zuzzurro e Gaspare e mi sussurrano: ‘Ma lo sai che D’Angelo e Greggio stanno facendo le prove per un tg comico?’ Allora mi incavolo e chiamo Silvio – allora lo chiamavi direttamente – e gli racconto tutto. ‘Ma sì’, risponde lui, ‘lo fanno per tre mesi, lasciamoli divertire’. E invece è trent’anni che vanno avanti! Mi piacerebbe che almeno fosse scritto: ‘Da un’idea di Massimo Boldi’”.

Invece, di “Striscia come è diventato oggi, Boldi ha detto: “Mi annoia. Ormai è un programma costruito sui filmati o le segnalazioni della gente. La prima Striscia era un’altra cosa. Identica a quello che facevo io a Risatissima”.

LA DURA REAZIONE DI ANTONIO RICCI

Dopo aver sentito queste parole e questa versione, il papà di Striscia la notizia si è scatenato contro Massimo Boldi ed è andato giù molto pesante dicendo così: “Perché Boldi lo scopre dopo 34 anni che ha inventato Striscia? Perché è un po’ ritardato. Faceva uno sketch come se ne sono sempre fatti. Lui però sostiene che sia la stessa cosa di Striscia, ma basta vedere i video e si notano tutte le differenze”. E, ancora: “Ma poi fa ricostruzioni con gli anni completamente sballati. Lui dice ha molto affetto per me, anche io lo ho perché come uno ha affetto per lo zio scemo, io ce l’ho per lui. Ha sempre fatto ridere perché è un rimbambito. Boldi è fatto così”.

Potrebbero interessarti