Home Economia e lavoro Bonus per genitore con figlio disabile, al via a gennaio: ecco i requisiti

Bonus per genitore con figlio disabile, al via a gennaio: ecco i requisiti


Redazione

Il beneficio sarà disponibile da gennaio 2022 fino al 2023

disabile

Da gennaio partirà il bonus per genitore con figlio disabile. Si tratta di una somma di denaro di un massimo di 500 euro al mese, destinate a quelle famiglie disoccupate o con monoreddito. La misura è riconosciuta per il triennio 2021 2023, introdotto dalla Legge di Bilancio 2021..

BONUS FIGLIO DISABILE: I REQUISITI

Il bonus è un contributo di massimo 500 euro al mese, destinato alle mamme o ai papà con figli che abbiano almeno il 60% di disabilità. Il contributo sarà erogato fino al 2023, ogni anno il Governo stanzierà 5 milioni di euro per questa misura. Il bonus in questione spetta a tutti i genitori soli, sia padre che madre, che risultano essere: disoccupati o privi di reddito o con redditi che si collocano nella no tax area (8.145 euro annui per i dipendenti, 4.800 euro annui per gli autonomi) monoreddito, ovvero che ricavano il proprio reddito esclusivamente dall’attività lavorativa propria. La famiglia deve essere monoparentale, ovvero composto da uno solo dei due genitori e da figli di cui almeno uno disabile, minorenne o maggiorenne. Per richiedere il bonus, inoltre, il genitore deve essere residente in Italia, con un ISEE valido che non sia superiore ai 3mila euro.

Per i genitori con a carico tre figli disabili spetta un bonus di 500 euro al mese, per chi ne ha due 300 euro mentre per chi ne ha solo uno, 150 euro.

COME PRESENTARE DOMANDA

La domanda deve essere presentata annualmente all’Inps, il quale si occuperà di erogare il beneficio ai genitori. La richiesta dovrà pervenire effettuando l’accesso mediante: le credenziali Spid; la Carta d’identità elettronica 3.0 (Cie); la Carta Nazionale dei Servizi (Cns).Ma sarà possibile farla anche tramite il Contact Center integrato, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento); rivolgendosi ai servizi gratuiti messi a disposizione dei patronati. La domanda dovrà essere corredata da una dichiarazione del genitore interessato. Nei prossimi giorni l’Inps pubblicherà la circolare nella quale sarà comunicato da e fino a quando sarà possibile presentare domanda per ottenere il bonus.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Potrebbero interessarti