Home Economia e lavoro Bonus revisione auto 2022: cos’è e come richiederlo

Bonus revisione auto 2022: cos’è e come richiederlo


Redazione

Il contributo da 9,95 euro potrà essere chiesto per i tre anni successivi: i dettagli

auto

È online la piattaforma informatica per chiedere il bonus revisione auto 2022. Il sito si chiama “Bonus veicoli sicuri” e il rimborso dell’incentivo è pari a 9. 95 euro, a compensazione dell’aumento, pari alla stessa cifra, delle tariffe per la revisione dei veicoli a motore e rimorchi.

COS’E’ IL BONUS REVISIONE AUTO?

Il bonus revisione auto, o più correttamente ‘bonus veicoli sicuri’, è stato introdotto a titolo di misura compensativa dell’aumento del costo della revisione obbligatoria dei veicoli a motore, le cui regole per una corretta esecuzione sono descritte nell’articolo 80 del Codice della Strada. Il bonus ha validità triennale e può essere riconosciuto per le revisioni effettuate dal primo novembre 2021per un solo veicolo a motore e per una sola volta, nel limite delle risorse disponibili (4 milioni di euro per ciascun anno, probabilmente insufficienti a coprire tutte le richieste).

COME PRESENTARE LA DOMANDA

Per presentare la domanda i cittadini interessati devono accedere alla piattaforma attraverso l’identità digitale Spid, oppure la Carta d’identità elettronica (Cie) o la Carta nazionale dei servizi (Cns), compilare il modello. La piattaforma è accessibile dal sito del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (MIMS) oppure direttamente da: www.bonusveicolisicuri.it.

Nell’istanza occorre riportare il numero di targa del veicolo sottoposto alle operazioni di revisione, che dev’essere intestato al richiedente il rimborso o alla società nel caso in cui il richiedente risulti incaricato dalla società stessa. E poi ancora: la data dell’operazione di revisione; il codice IBAN per l’accredito del rimborso; il cognome e nome dell’intestatario o cointestatario del conto corrente, che deve necessariamente coincidere con il richiedente o con la denominazione sociale della società; infine l’indirizzo email per eventuali comunicazioni connesse all’erogazione del rimborso. È obbligatorio allegare la copia dell’attestazione di avvenuto pagamento della revisione. Il rimborso arriverà direttamente sul conto corrente.

Potrebbero interessarti