Home SportCalcio Un brutto Palermo cade contro il Picerno: decide Reginaldo

Un brutto Palermo cade contro il Picerno: decide Reginaldo


Elian Lo Pipero

Picerno

Brutta battuta d’arresto per il Palermo che ha perso in trasferta contro il Picerno: decisiva la rete nel primo tempo di Reginaldo. Un enorme passo indietro per la squadra di Filippi con una prestazione lontana anni luce da quelle mostrate nelle ultime sfide di campionato.

PRIMO TEMPO

Il Picerno schiera una formazione offensiva con il 4-3-3:  in porta Viscovo, difesa a quattro con Finizio, De Franco, Garcia Rodriguez e Setola. A centrocampo Dettori, De Cristofaro, Pitarresi; in attacco tridente composto da Esposito, Gerardi e Reginaldo. Il Palermo, invece, conferma la formazione che tanto bene sta facendo in questo momento: 3-5-2 con in difesa Buttaro, Marconi e Perrotta, in attacco la coppia Fella-Brunori.

Primi venti minuti di assoluto equilibrio con conclusioni timide da parte di entrambe le squadre. Alla prima vera occasione del match i padroni di casa passano in vantaggio: Reginaldo, dopo essersi liberato di Marconim incrocia il tiro e batte Pelagotti. I rosanero provano a reagire con De Rose che prova la conclusione al volo, la sfera termina alta. Al 44′ grande chance per il Palermo: Valente crossa dalla sinistra Odjer da buona posizione colpisce male di testa con la palla che termina alta. Il primo tempo fine con il Picerno in avanti.

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia con i rosanero che provano subito a trovare il pareggio: Dall’Oglio di testa da calcio d’angolo non inquadra la porta, al 54′ ci prova Brunori su punizione, ma anche in questo caso palla a lato. Il Picerno si fa vedere in avanti su iniziativa di Setola che con un cross basso non trova nessun compagno pronto alla deviazione vincente. Filippi prova a cambiare gli uomini in campo: dentro Soleri, Luperini e Silipo ma nonostante i nuovi innesti i rosanero non riescono a creare pericoli alla difesa del Picerno. L’unico tentativo è di Soleri con un tiro che viene respinto da Viscovo. Nel recupero il Palermo rimane in dieci per l’espulsione di Marconi, colpevole di avere colpito con una manata un avversario.

Con questa sconfitta il Palermo abbandona il secondo posto con il sorpasso del Monopoli. La prossima settimana al Barbera c’è proprio la sfida tra la seconda e la terza che si tolgono un punto, nel frattempo il Bari scappa a 36 punti. Per il Picerno vittoria importante che lo avvicina alla zona play off, adesso distante due punti: la squadra della provincia di Potenza è a quota venti punti.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Potrebbero interessarti