Home Sport Campionato Italiano Drifting: Calendario aggiornato dopo l’annullamento della tappa austriaca

Campionato Italiano Drifting: Calendario aggiornato dopo l’annullamento della tappa austriaca


Mirko Valenti

La finale del campionato sarà disputata nel fine settimana del 26 e 27 novembre.

Il Campionato Italiano Drifting, dopo l’annullamento della tappa internazionale di Greinbach in Austria, aggiunge in coda al calendario una tappa presso il Circuito del Sele di Battipaglia (SA), già teatro della finale dello scorso anno. La finale del campionato sarà disputata, quindi, nel fine settimana del 26 e 27 novembre e non più il 22 e 23 ottobre a Varano de’ Melegari come previsto.

Invariata, invece, la tappa che vedrà per la prima volta in Italia una gara di Touge sui tornanti della
storica gara Trento – Bondone in programma per i giorni 1 e 2 ottobre. Abbiamo contattato l’organizzatore del Campionato Italiano Drifting Emanuele Festival.

L’annullamento della gara in Austria è arrivato a campionato in corso, quali sono le motivazioni?

“L’annullamento della tappa austriaca è stato imposto dalle Autorità locali perché temevano il disturbo della quiete, una cosa molto strana in quanto la gara doveva svolgersi in autodromo Ps Racing Center. Comunque l’ordinanza e’ inappellabile e quindi abbiamo preso altre strade.

L’organizzazione si è subito messa in moto per trovare una alternativa, quanto è stato difficile trovare un’alternativa in tempi così brevi?

“Si ci siamo messi subito in moto per recuperare il round ed abbiamo preso subito contatti con il circuito del Sele di Battipaglia e ci hanno ben accolti, memori anche della bella finale di campionato 2021”.

Arrivati a metà campionato quali sono le sue impressioni? Le sue aspettative sono soddisfatte?

“A metà campionato le impressioni sono buone! Nelle prime due tappe abbiamo avuto 34 vetture iscritte ad ogni round, numeri che stanno crescendo. La cosa più importante è che sta aumentando la qualità dei piloti ed il grado di preparazione delle vetture”.

Per il prossimo campionato punterete ancora ad una tappa estera o attenzionerete maggiormente dei circuiti italiani, magari al sud, per coinvolgere più pubblico possibile?

“Per il prossimo campionato penso che saranno tutte tappe italiane, il sud ci ha accolti sempre con molto calore, vediamo cosa sarà possibile fare”.

Potrebbero interessarti