Home SportCalcio Cannavaro: “Benevento-Palermo come una finale, le finali non si giocano…si vincono”

Cannavaro: “Benevento-Palermo come una finale, le finali non si giocano…si vincono”


Redazione PL

A poco più di 24 ore da Benevento-Palermo il tecnico dei sanniti, Fabio Cannavaro, intervenuto in occasione della consueta conferenza stampa pre-match, ha analizzato l’incontro che vedrà impegnata la sua formazione contro la squadra allenata da Eugenio Corini. Di seguito le parole dell’allenatore campano.

Sul Palermo

“Cosa penso del Palermo? È una squadra che gioca, non rinuncia e si vede che è allenata da un allenatore di esperienza – risponde Cannavaro -. Hanno problemi con i risultati e la vedo viva. Inoltre hanno un ottimo attacco – afferma-, un centrocampo dinamico e una difesa che imposta. Hanno delle idee e dobbiamo essere noi a trovare ed evidenziare i loro limiti. Domani siamo in casa – continua il tecnico del Benevento -, il Palermo è in difficoltà come noi e dobbiamo essere bravi perché la vedo come una finale. Le finali non si giocano, si vincono”.

Sulle scelte in attacco per la sfida del “Vigorito”

Simy è rientrato e spero di dargli minuti. Forte è un attaccante e vive del golprosegue l’allenatore dei giallorossi -, ci parlo molto ed è sempre positivo anche in allenamento. Questi periodi ci sono ma vanno superati. Per La Gumina è una partita emozionante e speciale – evidenzia Cannavaro -, ma si deve ricordare che gioca nel Benevento e deve fare gol per noi. Dopo la partita baci e abbracci di nuovo. 

LEGGI ANCHE

Cartelle cliniche con prestazioni mai eseguite per incassare i rimborsi – PalermoLive

Grave incidente dopo una festa, auto va fuori strada: morti quattro ragazzi tra i 17 e i 22 anni (palermolive.it)

Rissa allo stadio in occasione di Palermo-Sudtirol, Daspo per 12 tifosi rosanero (palermolive.it)

Allarme in Gran Bretagna, sei bambini morti per infezione da streptococco A (palermolive.it)

Trovato il camonista che ha investito e ucciso Rebellin, ma non si può arrestare – PalermoLive

Fuoco in uno studio legale di via Sciuti, avviate indagini su possibile intimidazione (palermolive.it)

Potrebbero interessarti