Home Dal mondo Caos negli Stati Uniti: occupato il Congresso, morta donna colpita al petto

Caos negli Stati Uniti: occupato il Congresso, morta donna colpita al petto


Affiance Service

I fans di Trump continuano a non accettare la vittoria di Joe Biden. A Washington è stato proclamato il coprifuoco. Tredici gli arresti a seguito degli scontri nei pressi di Capitol Hill.

Stati Uniti

Regna il caos negli Stati Uniti. Nel giorno dell’incoronazione di Joe Biden come nuovo presidente americano, i sostenitori di Donald Trump hanno deciso di scendere massicciamente in piazza e di fare sentire la propria voce, anche con mezzi poco convenzionali.

I fans del Tycoon hanno prima circondato il Congresso. Poi sono riusciti a fare irruzione, spezzando il cordone di polizia ed inserendosi nella struttura attraverso le balconate esterne. Tutto ciò ha provocato il blocco della cerimonia di nomina del neo-presidente, costrigendo gli addetti a sospendere il protocollo.

Numerosi gli scontri registrati a Washington. Tredici gli arresti in tutto portati a termine dalle forze dell’ordine, le quali hanno rinvenuto anche cinque armi da fuoco. Durante la manifestazione, una donna di mezza età è stata raggiunta da un colpo di arma da fuoco al petto. La signora, soccorso dal personale sanitario, è stata trasportata d’urgenza in ospedale, ma purtroppo non ce l’ha fatta. Diverse altre persone, tra cui un ufficiale di polizia, sono rimaste ferite e trasportate in un ospedale dopo che una folla ha superato il Campidoglio. 

Secondo quanto riportato dalla TV statunitense NBC, è stato inoltre rinvenuto un ordigno artigianale nei pressi di Capitol Hill. Proteste anche in Georgia, dove il Senato è passato in quota Dem dopo 7 anni.

BIDEN CHIAMA, TRUMP RISPONDE

Al degenerare della situazione, Joe Biden parla alla stampa e rivolge un accorato appello al suo avversario della scorsa tornata elettorale.

Minaccia alla democrazia Usa senza precedenti. Questa non è una protesta, è un’insurrezione. Le scene di caos non riflettono l’America. Le parole di un presidente contano. Possono ispirare o possono incitare“, ha dichiarato Biden.

Ed è proprio il Tycoon a chiedere ai propri sostenitori di cessare le proteste, anche se non riconosce la “legalità” della vittoria del suo avversario.

“Lo so che siete feriti, ci hanno rubato le lezioni. Un’elezione che abbiamo vinto a valanga e lo sanno tutti. Ma dovete andare a casa ora. Dobbiamo avere pace, legalità e rispettare” gli agenti, aggiunge. “Non vogliamo che nessuno venga ferito. E’ un periodo difficile: questa è stata un’elezione fraudolenta ma c’è bisogno di pace. Siete speciali, vedremo cosa accade“.

SCATTATO IL COPRIFUOCO

È scattato il coprifuoco a Washington Dc che resterà in vigore fino alle 6 di domani mattina. Lo ha deciso il sindaco Muriel Bowser.

NUOVO MESSAGGIO DI TRUMP

PROCLAMATO LO STATO DI EMERGENZA IN VIRGINIA

Intanto il governatore della Virginia ha proclamato lo stato di emergenza in tutto lo stato e il coprifuoco nella zona di Alexandria e Arlington, dopo l’assalto dei fan di Donald Trump a Capitol Hill. 

FACEBOOK RIMUOVE IL VIDEO DI TRUMP

Facebook ha rimosso il video di Donald Trump in cui si rivolgeva ai suoi sostenitori chiedendo loro di tornare a casa. “Si tratta di una situazione di emergenza e stiamo adottando misure di emergenza appropriate, compresa la rimozione del video del Presidente Trump. L’abbiamo rimosso perché, tutto sommato, crediamo che contribuisca alla violenza in corso, piuttosto che a ridurla”.

FERITO IN GRAVI CONDIZIONI

Un manifestante, fa sapere la CNN, durante l’assalto al Congresso si è arrampicato su un’impalcatura ed è caduto d un’altezza di circa 9 metri. Adesso si trova in ospedale e le sue condizioni sono gravissime.

RICONVOCATA L’ASSEMBLEA

È stata riconvocata per le 20 (ora americana) l’assemblea per le votazioni di Biden.

Potrebbero interessarti