Home Dal resto della Sicilia Caso Denise: “Ho conosciuto la Rom che era con lei”, il nome in diretta tv

Caso Denise: “Ho conosciuto la Rom che era con lei”, il nome in diretta tv


Redazione

Una donna ha affermato con certezza di averla incontrata 3 anni fa

rom

Questa mattina a “Storie Italiane” su Rai 1 ha parlato una donna, Mariana Trotta, che ha asserito con certezza di avere conosciuto la Rom che compare nel video della guardia giurata a fianco di quella che con ogni probabilità è Denise Pipitone.

Non mi sono mai interessata di questo caso, ero molto piccola anch’io quando la bambina è scomparsa. – Ha affermato la donna – Dopo la questione di Oleysia è uscito questo video con questa persona estremamente somigliante con quella che io avevo incontrato in un campo rom a Parigi. Quando è uscita poi la foto, io l’ho riconosciuta nell’immediato.

Io sono stata adottata e ho genitori di origini rom. – Ha proseguito Mariana – Avevo desiderio di conoscere la mia famiglia di origine e nel 2018 ho trovato i miei veri genitori tramite un’assistente sociale. Così sono partita per Parigi dove loro si trovavano, a Charles de Gaulle. Il giorno dopo il mio arrivo mi portarono in questo campo Rom, dove ho visto questa donna. Lei nel campo era una colonna, cucinava sempre per tutti, mi è rimasta impressa. Tra l’altro è mia zia acquisita , in quanto compagna del fratello di mio padre.

IL PRESUNTO NOME DELLA ROM

Non so il suo nome, dicono che si chiamava Silvana me da me si faceva chiamare Florina. – Specifica Mariana Trotta parlando della donna Rom – Io con lei ci ho parlato poco, parlava italiano ma con me non ha parlato molto. C’è da pensare che questa è gente pericolosa, io sono cresciuta in modo diverso per fortuna. Non so se sta ancora insieme a mio zio, ho chiesto a mia sorella ma lei è vaga non mi dà notizie specifiche. Io ammetto di avere paura, io ci ho messo la faccia, ma queste persone hanno dei giri particolari, non sono sciocchezze. Fuori da questo campo c’erano delle sentinelle, mio fratello è stato in galera a Roma. Questa storia mi ha segnato molto.

Poi, proseguendo nel racconto, la donna ricorda di una ragazza che le era stata presentata come figlia dello zio e di “Florina”: “Io non ho mai sentito chiamarla Danas, ma questa ragazza non sapeva la sua età, avrà avuto tra i 17 e i 18 anni. Era molto traumatizzata, parlava pochissimo francese, parlava poco italiano, parlava sinti, ma non parlava quasi mai in realtà e si faceva capire a gesti. Era messa male, ricordo che non aveva i denti, spesso le tremavano le mani. Ricordo che era molto controllata e che non le veniva mai permesso di uscire nel campo rom.”

IL NOME DELLA RAGAZZA CHE ERA CON LORO

Una volta io e la ragazza siamo state sole in camera e lei mi disse che non sapeva chi fosse la sua famiglia biologica e non sapeva la sua identità, mi fece questa confidenza che mi toccò molto perché io vivevo la stessa cosa”.

Questa ragazza si chiamerebbe Antonia, non avrebbe contatti telefonici ma circa 13 profili facebook con diverse identità. Mariana avrebbe provato più volte a richiederle l’amicizia, senza ottenere risultato. Dalla sorella ha appreso che ora si troverebbe in Romania, trasferitasi probabilmente dopo aver conosciuto un ragazzo.

Mariana Trotta, cantante e ballerina, sulla sua pagina facebook ufficiale ci ha tenuto a specificare che se si è voluta esporre “non è stato per ottenere visibilità. Sono estremamente vicina alla Signora Piera Maggio e al nucleo familiare della bimba – ha aggiunto – sperando che questa dolorosa vicenda possa avere presto un lieto fine. Pensate sempre a ciò che fate, lasciate lavorare chi di dovere e a me personalmente lasciatemi in pace“, ha concluso la donna in riferimento a chi scrive dettagli non corrispondenti a verità sul proprio conto o su affermazioni da lei rilasciate.

Potrebbero interessarti