Home PalermoLife Cassata, attore e professore: “In entrambi i casi ho una platea che ascolta”

Cassata, attore e professore: “In entrambi i casi ho una platea che ascolta”


Joey Borruso

Il docente palermitano veste svariati ruoli: attore, presentatore ed insegnante di Enogastronomia ma anche musicista, modello e fotomodello

Il palermitano Alessandro Cassata è un distinto professore di enogastronomia all’istituto Alberghiero. Ma, svestiti i panni di docente fa l’attore, il musicista, il modello e il fotomodello. Ha imparato a recitare e ha migliorato la sua dizione seguendo corsi, laboratori teatrali e frequentando workshop con noti attori e registi: la preparazione al ruolo d’attore è stata per Cassata molto impegnativa ma allo stesso modo ricca di soddisfazioni. Uno dei suoi ultimi lavori teatrali è andato in scena allo Spasimo di Palermo, il prossimo giorno 16 settembre a Palazzo Abatellis con uno spettacolo di teatro-danza con la regia di Virgilio Sieni. Prossimamente sarà impegnato in spettacoli che andranno in scena a Catania e a Milano.

Le prime esperienze da attore

Cassata ha al suo attivo anche numerose presenze in cortometraggi e al cinema. Indimenticabile quella con Tornatore.
Ho girato scene per cortometraggi, fiction per tv e serie televisive per Netflix – racconta il docente a Palermo Live. – Inoltre ho girato video-clip musicali e spot pubblicitari. L’esperienza più significativa l’ho fatta con il regista Giuseppe Tornatore, quando ha girato le scene per il film “L’Uomo delle Stelle”. Altra esperienza di grande importanza (che mi ha dato notorietà e visibilità) è stata la partecipazione come attore nel programma televisivo Forum su Canale”.

Nei panni dell’insegnante

Cibo e vino rapportati al territorio: questo è quello che il professore Alessandro Cassata insegna ai suoi alunni dell’istituto Alberghiero.

Nella vita di tutti i giorni sono un insegnante di Enogastronomia,settore Sala e Vendita, presso l’istituto Pietro Piazza di Palermo (la scuola più grande d’Italia). Amo anche questo lavoro perché interagire con i ragazzi, a livello umano, regala tantissimo. Il periodo COVID-19 che abbiamo e stiamo vivendo è stato un po’ per tutti devastante. Per quanto riguarda il ruolo di insegnante mi sono ritrovato da un giorno all’altro in DAD, cosa che non avevo mai sperimentato prima. Un’esperienza negativissima: l’insegnante (se lo fai bene) non può non avere la necessità della presenza fisica, della relazione. Separati da uno schermo è impossibile fare questo lavoro. Poi,per me che insegno una materia pratica, la difficoltà della DAD era triplicata.

Sia l’insegnamento che il palcoscenico fanno crescere da un punto di vista umano e culturale ed è per questo che il professore/attore svolge con passione entrambi i ruoli.

“In realtà le sfaccettature di Alessandro sono tante. Fin da piccolo sono stato molto curioso, tant’è che (questa curiosità) mi ha fatto fare tante esperienze e studiare più cose. L’insegnamento sicuramente è il “mestiere” che più sento mio (lo faccio da 21 anni!). Ma se ci facciamo caso, insegnante e attore sono due attitudini molto simili: l’insegnante, così come l’attore, ha una platea che ascolta, un palcoscenico, e soprattutto dà emozioni. Ti fa crescere dal punto di vista umano e culturale. Per quanto riguarda il lavoro di modello e fotomodello per pubblicità e/o shooting fotografici è arrivato negli ultimi 2 anni. Mai avrei pensato che a 40 anni avrei fatto il modello. Ma ricollegandomi al consiglio che ho dato ai ragazzi: nella vita tutto torna e se si ha un bagaglio solido la strada da percorrere (la vita!) sarà più facile”.

L’esperienza a Miss&Mister Volto Italy

Qualche giorno fa Cassata ha fatto da testimonial e giurato al concorso di bellezza Miss&Mister Volto Italy che si è svolto presso l’hotel Saracen di Isola delle Femmine.

Innanzitutto – dice Cassata – voglio ringraziare Luca Rasa, Alessia Fortino e Sergio Fiorito per avermi scelto come giurato e come testimonial Krudelia. Un concorso con tantissimi partecipanti infatti c’erano tante categorie: baby, teenager, Miss, Mister e le Lady. Votare, devo ammettere, non è stato facile perché i partecipanti erano tutti molto belli, tutti con caratteristiche fisiche e personali interessanti. Ragazze e ragazzi con tanti interessi e pronti ad affrontare la passerella. Non è facile sfilare con un buon portamento davanti alle persone e davanti alle telecamere. Auguro a tutti i partecipanti di fare una lunga carriera in questo settore, il mio suggerimento è quello di studiare tanto, approfondire le proprie attitudini e avere tanta umiltà”.

Potrebbero interessarti