Home Eventi, tv e spettacolo “Chi non muore si rivede”, il palermitano Giovanni Cangialosi al Metropolitan e Tiffany

“Chi non muore si rivede”, il palermitano Giovanni Cangialosi al Metropolitan e Tiffany


Redazione PL

Arriva nei cinema Metropolitan e Tiffany di Palermo la commedia scritta insieme ad Antonio Di Stefano con la supervisione di Valentino Picone

Giovanni Cangialosi

Arriverà presto al cinema “Chi non muore si rivede”, commedia scritta da Giovanni Cangialosi e Antonio Di Stefano, che promette tante risate made in Sicily. Il film è pronto già da tempo ma, si sa, l’arrivo del Covid ha reso difficile la vita per il settore e per l’arrivo sul grande schermo si è dovuto attendere un po’.

Il 3 febbraio, però, la pellicola arriverà finalmente nei cinema Metropolitan e Tiffany di Palermo e, oltre ad altre tappe siciliane, se ne intravede qualcuna anche un po’ più lontano. Protagonista è Totuccio (Giovanni Cangialosi), considerato lo “scemo del paese” nella località dell’entroterra siculo in cui vive. Ingenuo e sempliciotto, l’uomo gestisce un’agenzia di pompe funebri con la sorella Mariella. E’ lei la vera ragione per cui gli affari vanno a gonfie vele: Mariella, infatti, ha un secondo lavoro di cui tutti – tranne Totuccio – sono al corrente, la escort. Le cose si mettono male però per il povero protagonista quando si invaghisce della moglie di un pregiudicato che, uscito di prigione, va su tutte le furie per via di strane voci sul conto dei due. Il tutto naturalmente attraverso una serie di trovate comiche e siparietti esilaranti.

“Chi non muore si rivede”

“Sono un tipo ottimista e anche se so che non viviamo di certo un periodo tra i migliori, questo film è un progetto fatto col cuore e con la passione di noi tutti che vi abbiamo partecipato. E siamo felici che, vuoi o non vuoi, in questo momento critico si riparta. E’ un segnale che si deve comunque andare avanti e mai fermarsi. Anche ora che il periodo è quello che è“. Così a Palermo Live Giovanni Cangialosi presenta la commedia.

Giovanni Cangialosi

Girato tra Vicari e Palermo, il film vede lattore alla regia insieme a Bruno Tedeschi, che si è occupato anche delle riprese e del montaggio. A supervisionare il progetto è inoltre Valentino Picone.

All’opera tanti talenti della nostra isola: Antonio Pandolfo, Gino Carista, Ernesto Maria Ponte, Ciro Chimento, Paola Salute, Agostina Somma, Giovanni Cacioppo, Toti Mancuso, Totino la Mantia. La lista si arricchisce ancora con Alessandra Corrao, Giuseppe Biondolillo, Enzo Buffa, Eebra Toorè, Jone Nine, Maurizio Midulla, Benedetto Lo Monaco, Matteo Abbate, Federico Cimò, Salvo Fichera, Ninni Ballarò, Orazio Bottiglieri, Cuccia, Massimo Marotta, Fabio Di Franco, Calandra e Calandra, Max Potamo and The Vintage.

“Con passione, curando tutto nei dettagli, senza grandi produzioni alle spalle ma con buona volontà, cuore e passione facciamo sì che si possano realizzare delle cose belle. Basta che ci si creda, anche se non è facile. Ma quando si ha passione nel cuore si può fare tutto“.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti