Home SportCalcio Ciak si gira, inizia oggi la nuova stagione rosanero

Ciak si gira, inizia oggi la nuova stagione rosanero


Toni D'Anna

Stasera il match al Barbera contro la Reggiana

stagione

Una stagione particolare sta per iniziare per il calcio. È infatti il 2022 l’anno in cui si disputa il campionato del mondo ma la sua collocazione in calendario non è quella canonica dei mesi di giugno e di luglio. La scelta di giocare in Qatar ha infatti imposto, per via delle condizioni climatiche, di calendarizzare l’avvenimento tra il 21 novembre e il 18 dicembre. Non ci sarà l’italia, ed è la seconda volta consecutiva, ma anche il bel paese ha dovuto adeguarsi alle date decise dalla F.I.F.A. per lo svolgimento dei massimi campionati internazionali. Ecco dunque che già prima di ferragosto saranno iniziati tutti i tornei principali in Europa.

Saranno tanti i calciatori che giocano in Italia a dovere rispondere alla chiamata della loro rappresentativa nazionale. Quali saranno gli effetti per le squadre di club, prima e dopo il mondiale, è un rebus. Pronti via e già oggi è stagione ufficiale. Si inizia con il turno preliminare di Coppa Italia che comunque vede in campo compagini che l’anno scorso erano in serie C. Già ieri, sabato, per la precisione Sud Tirol neo promossa in B e Feralpi Salò si sono affrontate con la prima sorpresa della stagione, hanno vinto i lombardi che si sono così regalati una serata da sogno per il prossimo turno nel quale affronteranno l’Udinese.

PALERMO, PRIMO IMPEGNO CONTRO LA REGGIANA 

Oggi si replica con tre partite dal pronostico incerto. Modena Bari e Palermo affronteranno infatti Catanzaro Padova e Reggiana tre squadre che non fanno mistero delle proprie ambizioni di promozione. Il Palermo dunque di nuovo in campo, dopo appena un mese e mezzo dalla sua ultima notte magica, si presenterà al Barbera nel modo peggiore che i suoi tifosi potessero immaginare.

Le ultime vicende hanno infatti generato un clima di incertezza. In panchina, dopo l’addio di Baldini siederà Stefano Di Benedetto, allenatore pro tempore che per quanto bravo, dovrà fare oggi di necessità virtù. Nessuno gli chiede di fare la grande prestazione ma già dovere semplicemente transitare questa squadra al turno successivo appare in questo momento una impresa. Tanti giocatori nuovi sono arrivati ma difficilmente li vedremo in campo stasera. Non gli resta che affidarsi allo zoccolo duro dello scorso anno sperando che anche i meno motivati sfoderino la prestazione che proietterebbe i rosa verso il palcoscenico prestigioso dello stadio Olimpico di Torino.

Potrebbero interessarti