Home Economia e lavoro Fra due giorni scade il reddito di cittadinanza, ma a Palermo è pronto il «Bonus spesa»

Fra due giorni scade il reddito di cittadinanza, ma a Palermo è pronto il «Bonus spesa»


Pippo Maniscalco

A chi da ottobre non percepirà il reddito di cittadinanza, in attesa del rinnovo il comune erogherà il bonus spesa. Si può richiedere già dal primo ottobre

Nella legge che ha permesso in Italia a milioni di persone  di potere di godere del reddito di cittadinanza, è prevista la scadenza dopo che sono state erogate diciotto mensilità. È previsto anche che è possibile chiedere una proroga, e potere ricevere l’assegno sociale per altri 18 mesi, se esistono ancora le condizioni. Ma l’iter burocratico prevede uno stop di almeno un mese. Quindi in Sicilia fra i 500mila percettori, nel mese di ottobre ce ne saranno quantomeno 100 mila, quelli che l’hanno ottenuto per primi, che si ritroverebbero senza soldi.

DAL GOVERNO NESSUN PARACADUTE

Però, nonostante era previsto da tempo che a fine settembre si andava incontro a questa scadenza, dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali la ministra Nunzia Catalfo ha fatto sapere che al momento non sono previsti paracaduti per questo stop, che potrebbe durare anche più di un mese. Magari entro ottobre una soluzione sarà trovata, ma già nel popolo del reddito di cittadinanza  comincia a serpeggiare una certa tensione. Tanto è vero che la Regione ha fatto sapere a Roma che si temono problemi di ordine pubblico.

A PALERMO IL COMUNE SI MUOVE

Per venire incontro alle famiglie palermitane che potrebbero trovarsi in difficoltà, il Comune ha trovato una soluzione per almeno 12 mila famiglie. Il “Bonus spesa” pensato dal governo Conte ed attuato da Musumeci, è stato previsto per sostenere i nuclei familiari che versano in condizioni disagiate. Chi nel mese di ottobre non riceverà il reddito di cittadinanza si troverà quindi nelle condizioni per poterlo richiedere. Come ha confermato l’assessore ai Servizi sociali Giuseppe Mattina: «Potremo erogare almeno questo bonus che per i nuclei numerosi può essere quasi equivalente al reddito di cittadinanza». Per poterlo ottenere, già dal primo ottobre i percettori del reddito di cittadinanza scaduto il 30 settembre potranno andare al Comune a chiedere il bonus spesa. Per un single si tratta di 300 euro, ma per una famiglia numerosa potranno essere raggiunti gli  800

Potrebbero interessarti