Home Cronaca di Palermo Controlli nella movida palermitana, sequestrati alcolici alla Vucciria

Controlli nella movida palermitana, sequestrati alcolici alla Vucciria


Redazione PL

movida

Continuano i controlli nella movida palermitana. Nel weekend l’operazione “Alto Impatto” condotta da Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale e personale dell’Asp ha eseguito verifiche nelle zone di via Candelai, via Chiavettieri, via Cassari, Discesa Caracciolo, via Napoli, via Maqueda, piazza Cassa di Risparmio  e piazza Villena.

Nel corso dei suddetti controlli, sono stati effettuati accertamenti ispettivi su 12 esercizi commerciali, a seguito dei quali sono state elevate sanzioni amministrative per occupazione di suolo pubblico, elevata una contravvenzione per violazione del regolamento comunale per suolo pubblico (dehors), effettuato un sequestro amministrativo dell’attrezzatura musicale a seguito della violazione della delibera comunale 435/201 (diffusione musica). Un soggetto è stato denunciato per occupazione di suolo pubblico.

Sequestrate 266 bottiglie di alcolici

La Polizia Municipale ha effettuato il controllo di un esercizio commerciale ubicato a Piazza Garraffello, adibito ad attività di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche con annessa cucina/laboratorio, riscontrando irregolarità di natura amministrativa.

Nello specifico, si accertava che l’esercizio era sprovvisto della prescritta autorizzazione per la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, rilasciata dall’Agenzia delle Dogane. Dal controllo, formale e documentale, emergeva che la cucina /laboratorio era priva della necessaria autorizzazione sanitaria, nonché il pubblico esercizio presentava gravi ed evidenti carenze igienico-sanitarie strutturali.

Inoltre, il titolare del predetto esercizio commerciale, unico addetto alla mescita delle bevande alcoliche e superalcoliche, non era in possesso dei requisiti professionali prescritti per l’esercizio dell’attività di somministrazione degli alimenti. Alla luce dei fatti emersi, rilevate ed accertate le grai violazioni amministrative, si procedeva al sequestro amministrativo cautelare di 266 bottiglie di bevande alcoliche e superalcoliche, con apposizione di sigilli.  Le sanzioni amministrative elevate ammontano ad un importo complessivo pari a 5500,00 euro.

A tre esercizi pubblici è stata altresì contestata la mancata emissione di documenti fiscali,  le cui sanzioni saranno determinate dall’Agenzia delle Entrate.  

CONTINUA A LEGGERE

Via Crispi, per una bretella che riapre un’altra chiude

Potrebbero interessarti