Home Cronaca Corleone, frase sessista al consiglio: “Non vorrei che il sesso debole…”

Corleone, frase sessista al consiglio: “Non vorrei che il sesso debole…”


Redazione

All'interno dell'articolo il video della seduta e le parole della consigliera comunale Chiara Filippello

Seduta calda stamani al Consiglio comunale di Corleone e non soltanto per il clima torrido di queste ore. Si stava dibattendo sui verbali di contestazione fatti dalle forze dell’ordine a discapito di alcune attività commerciali site nel paese palermitano. L’animata discussione è degenerata quando qualcuno ha messo in discussione la capacità amministrativa di certi assessori. Una di loro, Giusi Dragna, è stata tacciata di inesperienza e di incapacità da parte del Presidente del Consiglio comunale di Corleone Pio Siragusa.

A questo punto della seduta, ha preso la parola il Consigliere comunale di “Diventerà bellissima” Chiara Filippello che è stata subito interrotta da Siragusa. “Senza fare polemica, si rivolga a me. Io sono geloso – ha detto – deve guardare a me. Geloso dei regolamenti – ha poi precisato“.

FRASE SESSISTA

Dopo aver recuperato alla prima “gaffe”, il presidente del consiglio comunale di Corleone si è però lanciato in una frase infelice che ha suscitato molte polemiche, perché apparsa fortemente sessista: “Purtroppo – ha farfugliato Siragusa – con tutti gli sforzi di questo mondo… Non ci posso fare niente… Perché non vorrei che il sesso debole prende prima (si fa forte, ndr) perché è il sesso debole, e gli altri si devono prendere il torto“.

Chiara Filippello
Chiara Filippello, Consigliere comunale di Corleone

Sono profondamente offesa e amareggiata per essermi ritrovata protagonista, insieme all’assessore Giusi Dragna e all’assessore Maria Clara Crapisi – ha dichiarato Chiara Filippello alla redazione di Palermo Live – di un incredibile ed ingiustificabile episodio di sessismo da parte del presidente del consiglio comunale Pio Siragusa. Chiedo scusa – ha continuato la consigliera – a tutte le donne corleonesi, promettendo, se è il caso, di mettere ancora più caparbietà e serietà nel compito che i cittadini ci hanno assegnato, difendendoli da cotanta offesa. Corleone – ha concluso – merita certamente di più dello squallore proposto oggi in aula consiliare“.

IL VIDEO

Potrebbero interessarti