Home Salute e benessere Coronavirus, Comune: nell’ultima settimana in Sicilia incremento dei positivi del 53,6%

Coronavirus, Comune: nell’ultima settimana in Sicilia incremento dei positivi del 53,6%


Redazione

Gli indicatori territoriali diffusi dall'ufficio statistica del Comune di Palermo aggiornato al 25 ottobre.

L’ufficio statistica del Comune di Palermo ha pubblicato i dati relativi agli indicatori territoriali Covid in Sicilia nell’ultima settimana.

Dal 19 al 25 ottobre in Sicilia si sono registrati 4065 nuovi positivi, con un incremento del 53,6% rispetto alla settimana precedente; i tamponi effettuati  sono stati 46882, il numero più elevato dall’inizio dei controlli (+0,7% rispetto alla settimana antecedente). In Italia, complessivamente, negli ultimi sette giorni si sono registrati 111541 nuovi positivi, in aumento dell’88,1% rispetto ai 59291 della settimana precedente

La Sicilia, in rapporto alla popolazione residente, è la terza regione con il minor numero di tamponi positivi dall’inizio dell’emergenza sanitaria: 340,1 ogni 100 mila abitanti, preceduta dalla Calabria con 196,9 e dalla Basilicata con 304,5. Il dato medio nazionale è pari a 872,7 positivi ogni 100 mila abitanti, e nelle regioni più colpite si superano i 1400 positivi ogni 100 mila abitanti: Valle d’Aosta 2011,9; Lombardia 1527,7; Liguria 1493,8; P.A. di Trento 1435,7.

La Sicilia è la terza regione con il minor numero di deceduti per 100 mila abitanti: 8,6 (meglio la Calabria con 5,5 e la Basilicata con 7,9). In questo caso il dato medio nazionale è pari a 62,0 deceduti ogni 100 mila abitanti, e in Lombardia, Valle d’Aosta, Liguria ed Emilia Romagna si superano i 100 deceduti ogni 100 mila abitanti: rispettivamente 170,6, 121,9, 109,6 e 102,1.

Il tasso di letalità (deceduti per 100 positivi) della Sicilia è pari a 2,5. La media nazionale è pari a 7,1, i valori più elevati si registrano in Lombardia (11,2), Emilia Romagna (9,8), Marche (8,8) e Piemonte (7,7), mentre i valori più bassi in Umbria (1,4), Campania (1,5), Molise (2,3), Sicilia e Sardegna (2,5).

Nell’ultima settimana, a causa dell’aumento dei casi positivi, la percentuale di guariti/dimessi sul totale dei positivi è diminuita un po’ ovunque. In Sicilia è passata dal 41,8% al 35,0%, terzo valore più basso fra tutte le regioni e province autonome dopo Campania (24,1%) e Lazio (30,2%). La media nazionale è pari a 50,6 guariti/dimessi per 100 positivi, e il valore più elevato si registra nella P.A. di Trento con il 77,5% dei positivi già guariti o dimessi, seguita dalla Liguria con il 66,5%.

Gli attuali positivi (al netto cioè dei guariti e dei deceduti) in Sicilia sono pari a 212,4 ogni 100 mila abitanti. La media nazionale è pari a 368,9, e le regioni con i valori più elevati sono la Valle d’Aosta con 941,0, la P.A. di Bolzano con 599,0 e l’Umbria con 499,3, mentre le regioni con i valori più bassi sono la Calabria con 104,6, la Basilicata con 181,9 e il Molise con 182,0.

In Sicilia i ricoverati sono il 7,0% degli attuali positivi. Il valore medio nazionale è pari al 5,9%., in Liguria (12,2%) e Piemonte (8,5%) le percentuali più alte mentre le più basse si registrano in Veneto (3,9%) e Molise (4,0%).

FONTE DATI: UFFICIO STATISTICA DEL COMUNE DI PALERMO

Potrebbero interessarti